Introduzione

Potenti prestazioni
guida senza sforzo

La Ferrari 488 Spider è il nuovo capitolo nella lunga storia di sportscar scoperte con motore V8 della Casa di Maranello, una stirpe che ha la sua capostipite nella versione “targa” della celebre 308, denominata GTS e che nel corso del tempo ha lasciato il testimone all’architettura spider.

A partire dal tetto rigido ripiegabile RHT (Retractable Hard Top) attorno a cui si è sviluppato l’intero progetto, ogni aspetto della 488 Spider è stato disegnato per definire il vertice tecnologico del settore.

488 Spider
GALLERIA FOTOGRAFICA

Prosegui
 

E’ nata così la spider Ferrari più prestazionale e innovativa di sempre, capace di unire le straordinarie qualità del motore 8 cilindri già presente sulla versione coupé, la 488GTB, al piacere della guida su strade sinuose e impegnative, immersi nei colori e nei profumi della natura, accompagnati dall’inconfondibile sound Ferrari.
Il cuore della vettura è il motore V8 Turbo da 3.902 cm3, nuovo punto di riferimento per questa architettura: grazie ai 670 cv di potenza massima e un’erogazione sempre crescente della coppia, gestita marcia par marcia dal Variable Torque Management, la 488 Spider accelera da 0 a 100 km/h in 3 secondi e da 0 a 200 km/h in 8,7.


La vettura vanta inoltre un comportamento dinamico entusiasmante, che pone l’accento sulla facilità del raggiungimento del limite di chi è al volante

Grazie a una perfetta messa a punto della meccanica e dei sistemi elettronici in fase di sviluppo, che vedono l’introduzione del controllo di angolo di assetto evoluto SSC2: complessivamente il tempo di risposta è del 9% in meno rispetto alla Spider precedente.

I premi più
importanti

importanti
Imported Convertible

Sport Auto

importanti
Most Beautiful Cars 2016

Auto Motor und Sport

Design

Superba guida drop-top

In fase progettuale di una spider, la definizione di una copertura rigida è scelta obbligata per il significativo incremento del comfort a bordo che garantisce. La 488 Spider ripropone la soluzione RHT, che per la prima volta al mondo ha permesso di dotare una vettura a motore posteriore di tetto rigido ripiegabile.

Il cockpit della 488 Spider

Dinamica e  funzionale

Gli interni della 488 Spider enfatizzano la filosofia della simbiosi tra pilota e vettura, derivata da quella della F1, con tutti i comandi posizionati sul volante e sui satelliti orientati verso il guidatore.

Intorno al cockpit prende forma la nuova plancia, con uno sviluppo orizzontale ridotto per accentuare la leggerezza, sulla quale si stagliano le bocchette di aerazione di forma ultra-sportiva.

Il cockpit della 488 Spider

Il risultato globale è una perfetta integrazione tra l’innovazione e la tradizione garantita dalla presenza di tipici elementi della Casa del Cavallino Rampante quali la netta separazione tra plancia e tunnel, il volante multifunzione, l’adozione del bridge comandi.

Da un accurato lavoro incentrato sulla qualità e sulla cura del particolare è nato un pannello porta completamente nuovo, che incrementa il comfort tattile con un appoggio più accogliente per il braccio.


Il cockpit della 488 Spider

Grande attenzione è stata posta nella realizzazione dei nuovi sedili, con appoggiatesta fisso integrato allo schienale. I nuovi profili e le schiume sono studiate per offrire un comfort anche nei lunghi viaggi.

Oltre al sistema Apple CarPlay integrato in vettura, sulla 488 Spider è installato il nuovo impianto infotainment in versione Sport, con lo schermo sempre posizionato all’interno del cupolotto della strumentazione, pensato per la massima immediatezza d’uso: navigazione, accesso alle funzionalità e integrazione a livello estetico.
Come la 488 GTB anche, la 488 Spider ha una chiave vettura con funzione “keyless start”: dotata di un chip che dialoga in modalità wireless con la centralina della vettura.

Le caratteristiche della 488 Spider

Muscolosa
sportiva


Disegnata dal Centro Stile Ferrari, anche la 488 Spider si presenta con uno stile unico, funzionale dal punto di vista aerodinamico, che ne enfatizza prestazioni e sportività volte al massimo divertimento all’aria aperta.
Le proporzioni della 488 sono quelle canoniche delle Ferrari a motore posteriore: il corto e “muscoloso” parafango anteriore in cui si incunea il paraurti “velocizza” tutta la parte anteriore della vettura, e sposta subito l’attenzione sulla fiancata, solcata dalle nuove prese d’aria laterali degli intercooler, che si originano dalla porta, con un motivo che richiama la 308 GTB.

Le caratteristiche della 488 Spider

Il frontale è caratterizzato da un’ampia bocca. Il cofano presenta una prominente venatura centrale, e due “canali” laterali che incanalano l’aria proveniente dai due sfoghi presenti nel paraurti.

Il cofano posteriore presenta nervature che creano tridimensionalità e dinamicità. Su di esso si stagliano le nuove prese d’aria motore, coperte da specifiche griglie caratterizzata da un motivo scultoreo.

La 488 Spider porta al debutto un nuovo colore studiato per enfatizzarne le forme. Il nuovo Blu Corsa metallizzato è stato ideato per fondersi col cielo che sovrasta le vettura.

Innovazioni

Motore

Prestazioni uniche combinate ad alti regimi, risposta tagliente, potente accelerazione a tutte le velocità e colonna sonora esaltante.

Prosegui

Ogni motore Ferrari indipendentemente dal modello e dalla missione della vettura deve rispondere a precisi requisiti: elevate prestazioni abbinate ad alti regimi di rotazione, prontezza immediata ai comandi, spinta sempre crescente, un sound coinvolgente. Il V8 che equipaggia la 488 Spider è la risposta alla sfida posta ogni giorno agli ingegneri di Maranello: superare i limiti raggiunti per stabilire nuovi parametri di eccellenza.

Questo propulsore offre le prestazioni più elevate di sempre, nessun turbo lag e un suono emozionante e unico.


Eroga 670 cv a 8.000 giri/min, con la potenza specifica di 172 cv/l, record per una Ferrari omologata, coppia massima di 760 Nm in settima marcia e tempo di risposta al comando acceleratore di soli di 0,8 secondi a 2.000 giri/min in terza marcia.

L’adozione del turbo generalmente impatta sui tempi di risposta del motore alle sollecitazioni dell’acceleratore: al crescere della potenza corrisponde infatti un aumento del turbo lag, con tempi di risposta dalle due alle tre volte maggiori rispetto ai motori aspirati.

A fronte di un aumento di potenza di 100 cv rispetto alla precedente Spider, gli ingegneri di Maranello hanno superato questi limiti:

il nuovo V8 Turbo vanta infatti una prontezza di risposta di soli 0,8 secondi, garantendo di fatto quella risposta immediata all’acceleratore tipica dei motori Ferrari.

Numerosi i contenuti che contribuiscono a tale eccezionale risultato. I turbocompressori con le giranti montate su ball bearing, le ruote turbina in TiAl, una lega speciale di titanio e alluminio a bassa densità. Inoltre la turbina twin scroll è progettata e costruita per massimizzare la potenza prodotta.

Grande attenzione al rendimento e all’efficienza in tutte le aree, a cominciare da quella di combustione: condotti di aspirazione Hi-tumble, iniezione diretta a 200 bar, centralina con controllo della detonazione, riconoscimento del misfire e funzionalità multi spark.
Per quanto riguarda l’efficienza meccanica, molteplici gli interventi, dalla pompa dell’olio a cilindrata variabile, alla distribuzione con dito a rullo. L’architettura ad albero piatto assicura la massima compattezza, contiene le masse e migliora la fluidodinamica interna attraverso l’equi-ripartizione dell'aria e, quindi, l'equilibrio tra i cilindri.

Ogni Ferrari ha un sound unico e distintivo, e la 488 Spider non si sottrae a questa tradizione. Il suono del nuovo V8, pieno e potente fin dai bassi regimi, sottolinea la prontezza di risposta e l’abbondanza di coppia, e cresce per volume e brillantezza con l’aumentare dei giri, ponendo l’accento sulle performance. Una colonna sonora coinvolgente ma non invadente a tetto aperto, che prende vita grazie ai collettori di elevata lunghezza ed eguali dimensioni, all’albero motore piatto ed è esaltata dall’accurato studio delle armoniche e delle tonalità̀ per ogni numero di giri, un altro terreno di know how per il quale la Ferrari rappresenta da sempre un riferimento.

Aerodinamica

La 488 Spider presenta un innovativo fondo aerodinamico dotato di generatori di vortici, superfici curve che accelerano l’aria diminuendone la pressione con l’effetto di schiacciare la vettura verso il suolo a tutto vantaggio del carico senza penalizzazioni di resistenza.

Prosegui

Riduzione della resistenza all’avanzamento e massimo carico verticale generato sono obiettivi in antitesi quando si parla di aerodinamica. Con la 488 Spider gli ingegneri della Casa di Maranello si sono nuovamente superati, riuscendo a conciliare questi due aspetti. Il risultato è un valore di efficienza aerodinamica pari a 1,53 nuovo record per una Ferrari spider di serie.

Il frontale è caratterizzato da un pilone centrale (Aero Pillar) e dal doppio spoiler anteriore di ispirazione F1. L’Aero Pillar gestisce l’aria da cui è investita la vettura, distribuendola longitudinalmente e trasversalmente.

La 488 Spider presenta un innovativo fondo aerodinamico dotato di generatori di vortici, superfici curve che accelerano l’aria diminuendone la pressione con l’effetto di schiacciare la vettura verso il suolo a tutto vantaggio del carico senza penalizzazioni di resistenza. Il fondo anteriore piatto concorre alla creazione di carico verticale riducendo la distanza da terra, senza sporcare il flusso d’aria che investe le sciabole anteriori.

Il grande estrattore posteriore è dotato di derive curve che consentono lo smaltimento ottimale della grande portata d’aria incanalata sotto il corpo vettura.

L’estrattore ha anche flap attivi, gestiti da una centralina integrata con gli altri controlli di dinamica veicolo. Inedito lo spoiler soffiato, un brevetto Ferrari, per cui l’aria entra in una presa d’aria alla base del lunotto, ed esce sul retro, dal paraurti, che garantisce un maggiore livello di downforce in virtù di un incremento della concavità della superficie caricata e, conseguentemente, di un aumento della deviazione verso l’alto del flusso. Tale soluzione evita di dover innalzare lo spoiler posteriore a tutto vantaggio della riduzione di resistenza.

Sulla fiancata è posizionata la presa d’aria motore “Base Bleed”, divisa da un flap centrale. Il flusso che scorre sulla parte superiore, utilizzato anche per l’aspirazione del motore, viene fatto uscire sul retro della vettura, con lo scopo di ridurre la resistenza connessa alla scia.

Dinamica Veicolo

Il suo comportamento è dinamico anche su percorsi più impegnativi, sottolineando la sensazione di facilità di guida anche in situazioni limite.

Prosegui

La 488 Spider vanta una messa a punto specifica, studiata per le modalità di utilizzo tipiche di una vettura di questo tipo. Sulle strade più impegnative assicura un comportamento ideale, enfatizzando la sensazione di facilità nel raggiungere i propri limiti. Complessivamente il tempo di risposta è del 9% in meno rispetto alla Spider precedente, senza compromessi in termini di comfort.

Un risultato frutto delle competenze nel campo della dinamica veicolo acquisito sui campi di gara e che, nel progetto della 488 Spider, ha visto anche l’introduzione di un sofisticato simulatore simile a quello che usa la Scuderia in F1.

I rapporti del cambio sono specifici per esaltare la poderosa coppia del motore, gestita marcia per marcia dal Variable Torque Management che garantisce un’erogazione crescente della coppia.


Ideale per le strade più impegnative

Il sistema elettronico evoluto del controllo dell’angolo di assetto (Side Slip Control - SSC2), consente una accelerazione longitudinale in uscita dalle curve superiore del 12% rispetto alla 458 Spider.

Alle eccellenti doti dinamiche della 488 Spider concorrono anche le nuove Sospensioni a Controllo Magnetoreologico SCM3. Gli ammortizzatori dispongono a loro volta di una guida stelo con ridotto attrito, che si traduce in una sensazione di maggior controllo del mezzo grazie alla riduzione delle vibrazioni e delle reazioni al volante.

Thanks to the new Brembo Extreme Design braking system, the 488 Spider’s stopping distances are 9 per cent shorter than the previous model. Derived from the LaFerrari, the brakes also have new callipers that feature new materials that ensure they reach optimal operating temperature faster and are more durable.

La più recente evoluzione dell’ESP garantisce un intervento più efficace dell’ABS nelle situazioni di basso grip.

Grazie al nuovo impianto frenante Brembo Extreme Design, la 488 GTB vanta spazi d’arresto inferiori del 9% rispetto al modello precedente. Derivato da LaFerrari, il nuovo impianto presenta nuove pinze freno e adotta nuovi materiali che riducono i tempi per raggiungere l’ottimale temperatura di esercizio, oltre a migliorarne la durata.

La 488 Spider dispone inoltre di nuovi cerchi da 20”, dal design sportivo e funzionale alla riduzione dei pesi.

The 488 Spider’s sporty new 20” wheels are lighter too.

Ferrari 488 Spider - Red

Scheda tecnica

Motopropulsore V8

Questo propulsore offre le prestazioni più elevate di sempre, nessun turbo lag e un suono emozionante e unico.

Potenza Massima

Ferrari maximum power

670 cv

(492 kW)

a 8000 giri/min

Accelerazione

Ferrari acceleration

3.0

sec

0-100km/h

Resa specifica

172

cv/l

Tipo V8 - 90° Turbo – Carter secco
Cilindrata totale 3.902 cm3
Potenza massima 670 cv @ 8000 giri/min**
Coppia massima 760 Nm a 6750 giri/min
Potenza specifica 172 cv/l
Regime massimo 8000 giri/min
Rapporto di compressione 9.4:1
Lunghezza 4568 mm
Larghezza 1952 mm
Altezza 1211 mm
Passo 2650 mm
Carreggiata anteriore 1679 mm
Carreggiata posteriore 1647 mm
Peso in ordine di marcia * 1525 kg
Peso a secco * 1420 kg
Distribuzione dei pesi 41,5% Ant – 58,5% Post
Capacità vano baule 230 l
Capacità panchetta posteriore 58 l
Capacità serbatoio benzina 78 l (13 riserva)
* Allestimento con contenuti opzionali
Anteriore 245/35 ZR20 J9.0
Posteriore 305/30 ZR20 J11.0
Anteriore 398 x 223 x 36 mm
Posteriore 360 x 233 x 32 mm
Cambio F1 a doppia frizione 7 marce
E-Diff3, F1-Trac, ABS/EBD prestazionale con Ferrari Pre-Fill, FrS SCM-E, SSC2
Velocità massima >325 km/h
0-100 km/h 3,0 s
0-200 km/h 8,7 s
0-400 m 10,55 s
0-1000 m 18,9 s
Peso secco/potenza 2,12 kg/cv
11,4 l/100 km
260 g CO2/km
*** Ciclo combinato ECE+EUDC con sistema HELE

Multimedia