X

 

R

EGISTRAZIONE

GUEST

 

 

 

o

 

 
CREA ACCOUNT

 

R

EGISTRAZIONE

CLIENTE

 

 
Possiedi o hai ordinato una vettura Ferrari?
Registrati ed accedi all'area clienti dove troverai tutti i servizi e gli eventi a te dedicati.
REGISTRATI ORA

 

O

WNER

REGISTRATION

 

 
Possiedi o hai ordinato una vettura Ferrari?
Registrati ed accedi all'area clienti dove troverai tutti i servizi e gli eventi a te dedicati.
REGISTRATI ORA
 
Ferrari 348 TS - 1989

Introduzione

348 TS

1989

Versione spider con tettuccio rigido della 348 TB, era dotata dello stesso gruppo motopropulsore che le forniva prestazioni uguali a quelle della “berlinetta”. Il disegno della carrozzeria era, anche in questo caso, di Pininfarina. Le notevoli doti dinamiche delle due versioni si esprimevano molto bene nell’utilizzo su pista: fu pertanto istituito nel 1993 un Challenge dedicato a queste vetture.

Focus on

Il modello 348 ts fu presentato al Salone di Francoforte del 1989, assieme alla versione 348 tb con tettuccio fisso. La nuova vettura era equipaggiata con un propulsore V8 montato in posizione centrale longitudinale. Nella denominazione del modello le cifre 348 si riferivano alla cilindrata dell’unità motrice da 3,4 litri, e al numero dei cilindri che erano otto. La “t”, invece, poneva l’enfasi sulla disposizione del cambio di velocità, montato trasversalmente nella zona posteriore del propulsore.

Read more
Ferrari 348 TS vista laterale
Ferrari 348 TS - 1989

Il Motore

Il motore V8 da 3,4 litri era provvisto di doppio albero a camme in testa per bancata e quattro valvole per cilindro. Inizialmente il suo numero di riferimento interno fu 119 D, poi variato in 119 G e, quando provvisto di convertitori catalitici, 119 G040. La sua cilindrata totale era di 3405 cc con alesaggio e corsa pari a 85 mm x 75 mm, le candele d’accensione si trovavano tra le due assi a camme. Il propulsore era provvisto di un sistema integrato d’accensione/iniezione Bosch Motronic M2.5 che nel corso della produzione fu rimpiazzato dalla versione M2.7. Nella zona posteriore dell’unità motrice, montata in posizione centrale, si trovava il cambio trasversale a cinque velocità sincronizzate con retromarcia, in configurazione transaxle.

Il Design

Il nuovo modello rappresentava un cambiamento radicale nei confronti della filosofia di progetto che aveva ispirato la serie 328, non solo nella disposizione della meccanica ma anche nello stile della carrozzeria e nella costruzione del telaio. Assieme alla vettura sorella 348 tb, questa fu la prima Ferrari prodotta in serie a essere sprovvista di telaio separato in tubolari d’acciaio. Lo chassis, infatti, era realizzato in lamiera d’acciaio stampata mentre per il motore esisteva un sub telaio tubolare separato che era imbullonato allo chassis principale. I pannelli della carrozzeria erano in parte saldati da robot industriali e in parte imbullonati alla struttura portante. I telai del modello ts avevano numero di riferimento interno F 119 AS e il loro passo era di 2450 mm.

La carrozzeria disegnata da Pininfarina era in sostanza la medesima del modello 348 tb con tettuccio fisso: l’unica differenza stava proprio in quest’ultimo particolare che sulla 348 ts era, invece, rimovibile, e poteva essere stivato dietro i sedili quando non era utilizzato. Similmente, gli interni erano quasi identici a quelli della coeva 348 tb: anche in questo caso, la differenza era data dallo spazio dietro ai sedili riservato a ospitare il tettuccio, quando si utilizzava il veicolo a cielo aperto.

Ferrari 348 TS - 1989
Ferrari 348 TS - 1989

Come avvenne per la 348 tb, anche questo modello con il tettuccio in versione targa era abilitato a partecipare alle competizioni del Challenge riservato ai modelli 348, dove i clienti pagavano una cifra prefissata che comprendeva il kit per la sicurezza e le maggiori prestazioni, oltre al supporto in pista per l’intera stagione. La produzione della 348 ts terminò nel 1993, quando fu sostituita dalla rinnovata 348 GTS. Nel corso del periodo di commercializzazione, furono realizzati 4228 esemplari di 348 ts con numeri di telaio compresi nell’intervallo tra l’81651 e il 96964: approssimativamente circa un terzo di esemplari in più del corrispondente modello con il tettuccio fisso.

Galleria Fotografica

Accurata selezione dei migliori scatti della 348 TS in alta definizione. La photogallery vuole raccontare le peculiarità di questo modello Ferrari del 1989, soffermandosi sui dettagli e le inquadrature più rilevanti.

Accurata selezione dei migliori scatti della 348 TS in alta definizione. La photogallery vuole raccontare le peculiarità di questo modello Ferrari del 1989, soffermandosi sui dettagli e le inquadrature più rilevanti.

Scheda Tecnica

motore 8 cilindri

Motore posteriore, longitudinale, 8V 90°
Alesaggio e corsa 85 x 75 mm
Cilindrata unitaria 425,59 cm3
Cilindrata totale 3404,70 cm3
Rapporto di compressione 10,4 : 1
Potenza massima 221 kW (300 CV) a 7200 giri/min
Potenza specifica 88 CV/l
Coppia massima 324 Nm (33 kgm) a 4200 giri/min
Distribuzione bialbero, 4 valvole per cilindro
Alimentazione iniezione elettronica Bosch Motronic
Accensione mono, elettronica statica Bosch
Lubrificazione carter secco
Frizione bidisco
Telaio in acciaio con telaietto tubolare posteriore
Sospensioni anteriori indipendenti, quadrilateri trasversali, molle elicoidali, ammortizzatori telescopici a gas, barra stabilizzatrice
Sospensioni posteriori indipendenti, quadrilateri trasversali, molle elicoidali, ammortizzatori telescopici a gas, barra stabilizzatrice
Freni a disco
Cambio 5 rapporti + RM
Sterzo pignone e cremagliera
Serbatoio carburante capacità 95 l
Pneumatici anteriori 215/50 ZR 17
Pneumatici posteriori 255/50 ZR 17
Tipo di carrozzeria spider, 2 posti
Lunghezza 4230 mm
Larghezza 1894 mm
Altezza 1170 mm
Passo 2450 mm
Carreggiata anteriore 1502 mm
Carreggiata posteriore 1578 mm
Peso 1393 kg a vuoto
Velocità massima oltre 275 km/h
Accelerazione 0-100 km/h 5,6 s
0-400 m -
0-1000 m 24,7 s