Prestazioni uniche
en plein air

Introduzione

Estrema, essenziale,
esclusiva

    La 458 Speciale A è una serie limitata speciale che celebra il grande successo ottenuto dalla 458 nelle sue diverse declinazioni.

    La 458 Speciale A, “A” come “aperta” è la serie limitata speciale che celebra il successo della 458 nelle sue diverse declinazioni, confermato dai numerosi premi internazionali e dalle vittorie in pista: tra queste il doppio titolo mondiale endurance (WEC) e le affermazioni di categoria nelle grandi classiche come la 24 Ore di Le Mans, la 24 Ore di Daytona e la 12 Ore Sebring.

    GALLERIA FOTOGRAFICA

    Prosegui
     

    Dedicata a 499 clienti collezionisti, la 458 Speciale A è la spider più prestazionale nella storia della Ferrari. Coniuga performance estreme con il piacere della guida all’aria aperta. Il ricorso al tetto rigido ripiegabile in alluminio, che impiega soli 14 secondi per abbassarsi o alzarsi, ha fatto in modo che la differenza di peso rispetto alla “Speciale” coupé sia di soli 50 Kg.

    E’ equipaggiata con il V8 stradale aspirato più potente nella storia della Ferrari che eroga 605 cv di potenza massima (135 cv/l quella specifica) e 540 Nm di coppia a 6000 giri, con emissioni contenute a soli 275 gr/km di CO2. I tre titoli “Best Performance Engine” ottenuti da questo motore sono ricordati nella specifica targa dedica in abitacolo.

    Ferrari 458 Speciale A

    L’accelerazione 0-100 km/h è di 3.0 secondi e il tempo sul giro a Fiorano 1’23”5. A questi risultati concorrono l’aerodinamica attiva anteriore e posteriore, la rigidezza del telaio in 10 leghe di alluminio e il controllo elettronico dell’angolo di assetto (SSC), che consente l’espressione della massima sportività in ogni condizione, esaltata dall’inconfondibile sound Ferrari, coinvolgente e senza compromessi.

    Le forme della 458 Speciale A sono come per tutte le vetture di Maranello strettamente funzionali alle prestazioni. Una serie di soluzioni innovative e originali ha permesso di ottenere la migliore efficienza aerodinamica di sempre per una spider Ferrari.

    I premi più
    importanti

    importanti
    Convertibile sportiva de...

    Lettori di Auto Bild

    importanti
    Convertible of the Year

    Top Gear

    Design

    L’ABITACOLO DELLA 458 SPECIALE A

    ALLA RICERCA DELL’ESSENZIALE

    Gli interni, fortemente ispirati alle corse, sono caratterizzati dall’eliminazione di ogni peso superfluo grazie all’impiego di materiali nobili e leggeri, trattati con l’artigianalità e la cura tipiche della Ferrari, come nel caso delle finiture plancia, pannelli porta e tunnel centrale in carbonio, applicato anche alle pedane.

    Inalterato rispetto alla 458 Speciale il linguaggio estetico che gioca su incastri e sovrapposizioni leggere di materiali per spezzare visivamente i volumi ed esaltare l’abitabilità interna.

    L’ABITACOLO DELLA 458 SPECIALE A

    L’eliminazione del cassetto porta oggetti nella plancia davanti al passeggero, sostituito da tasche su tunnel e porte, ha consentito di alleggerire notevolmente il volume in quell’area.
    La funzionalità dell’ergonomia di bordo è stata rafforzata facendo ricorso all’ormai iconico “bridge” – un’ala di carbonio proiettata sopra al mobiletto centrale dove si trovano disposti i comandi del cambio F1, rivolti verso il pilota.

    I sedili di nuovo disegno con guscio in carbonio Sabelt sono ottimizzati per fornire un contenimento ideale e, grazie alle spalle sellate in Alcantara©, maggior aderenza. Schienale e seduta sono foderati con un tessuto tridimensionale traspirante per i migliori comfort e circolazione dell’aria.

    LA CARROZZERIA DELLA 458 SPECIALE A

    La forma diventa prestazione

    Come per ogni Ferrari la forma è strettamente funzionale alle prestazioni. Gran parte dei pannelli di carrozzeria è stato ridisegnato, senza modificare la cellula abitativa e i tratti essenziali della vettura. I paraurti in composito sono stati ridisegnati e il cofano anteriore è stato intagliato da due profondi sfoghi per l’aria che fuoriesce dal radiatore.

    Gli sfoghi ai lati dei gruppi ottici anteriori presentano alette triple a branchie che evocano modelli del passato dalla forte vocazione sportiva come la 250 GTO e la F40.

    LA CARROZZERIA DELLA 458 SPECIALE A

    Il posteriore si bassa su un concetto di coda tronca, con una griglia unica che collega trasversalmente i fanali e gli scarichi sdoppiati.

    La 458 Speciale A viene presentata in una particolare livrea giallo triplo strato con banda centrale blu Nart e bianco Avus. I nuovi cerchi forgiati a cinque razze sono disponibili in tre colori: oro, grigio corsa e nero opaco diamantato.

    Innovazioni

    Motore

    Ferrari 458 Speciale A - Powertrain

    Con 605 cv a 9000 giri/min il motore della 458 Speciale A è il V8 aspirato più potente mai prodotto a Maranello.

    Prosegui
    Ferrari 458 Speciale A - Powertrain

    Con 605 cv a 9000 giri/min il motore della 458 Speciale Aperta è il V8 aspirato più potente mai prodotto a Maranello, che fa segnare anche il record di potenza specifica, 135 cv/l, per un 8 cilindri a alimentazione naturale per uso stradale. Due dati che da soli già descrivono la straordinarietà di questo propulsore da 4.497 cm3 installato in posizione centrale. Il lavoro complessivo svolto sulla vettura ha reso possibile ottenere un’eccezionale rapporto peso potenza, pari a 2,21 kg/cv che consente di raggiungere prestazioni di assoluta eccellenza, come l’accelerazione da 0 a 100 km/h in 3” (9”5 da 0 a 200 km/h) e un miglior tempo sul giro a Fiorano di 1’23”5.

    Per ottenere questi risultati è stato compiuto un accurato lavoro di miglioramento dell’efficienza di combustione, volumetrica e meccanica, con obiettivi ambiziosi quali il miglioramento della coppia a tutti i regimi, raggiunto grazie ad un incremento del rapporto di compressione fino a 14:1, anche in questo caso il più alto per un motore di questo tipo.


    Fondamentale il trasferimento di conoscenze ed esperienza proveniente dalla Formula 1. Non soltanto in fase di progettazione ma anche per quanto concerne i processi produttivi e di controllo: basti pensare all'avanzatissima fonderia in cui vengono prodotti i propulsori, dove è possibile realizzare componenti spinti al limite in termini di struttura e dimensione, come avviene per le monoposto della Scuderia.

    Fluidodinamica della camera di combustione migliorata, nuove geometrie del condotto di aspirazione, modifiche dei lobi sugli assi a camme: queste alcune delle novità che hanno permesso di ottenere i traguardi prefissati. Un importante contributo viene anche dalla revisione di diversi componenti – impiego di materiali nuovi per pistoni e boccole delle bielle – così come dalla riprogettazione della geometria dell’albero motore e degli impianti di aspirazione, quest’ultima capace di produrre anche una riduzione di otto chili del peso del propulsore.

    Ferrari 458 Speciale A

    Il suono è coinvolgente e senza compromessi, tanto all’interno quanto all’esterno della vettura, grazie alla posizione dei codini di scarico, alla configurazione dei silenziatori e alla revisione della linea di aspirazione.

    HARD TOP

    Ferrari 458 Speciale A - Tetto rigido retrattile

    La 458 Speciale A adotta l’innovativa soluzione che è ormai un classico per le Ferrari spider con questa architettura: un tetto rigido ripiegabile caratterizzato da estrema leggerezza, compattezza e funzionalità.

    Prosegui

    Il tetto impiega il tempo record di 14 secondi per abbassarsi o alzarsi. Il cinematismo è caratterizzato da una grande armonia di movimento che suggerisce la sensazione di una rotazione contemporanea delle due parti in cui è suddiviso.

    Grazie alla copertura rigida è stato possibile ottenere un significativo incremento del comfort a bordo. Viaggiando a vettura coperta, infatti, migliorano isolamento termico e acustico, il tetto non subisce deformazioni a causa del campo di pressione a elevate velocità e l’abitabilità aumenta in virtù di una forma a doppia curvatura sopra la testa degli occupanti.

    Ferrari 458 Speciale A
    Ferrari 458 Speciale A

    Il volume occupato dal tetto quando questo viene ripiegato è di soli 100 litri rispetto ai tradizionali 150-200 litri necessari per le vetture con tetto rigido.

    Il lunotto posteriore in vetro è regolabile elettricamente in altezza nelle due configurazioni chiusa e aperta. Questo dispositivo garantisce un comfort ottimale in abitacolo nell’utilizzo en plein air anche ad alta velocità permettendo una normale conversazione tra gli occupanti sino a oltre 200 Km/h. In fase di apertura del tetto, Il lunotto posteriore raggiunge automaticamente la sua posizione ottimale definita attraverso simulazioni fluidodinamiche al calcolatore e a prove in galleria del vento realizzate con modelli in scala 1:1. In questa posizione il lunotto è a circa un terzo della sua altezza: tanto un’altezza inferiore quanto un’altezza superiore sono meno confortevoli per via del ritorno dei vortici in corrispondenza delle spalle e della nuca delle persone in abitacolo.

    Aerodinamica

    Ferrari 458 Speciale A

    LA 458 SPECIALE A È LA SPIDER FERRARI CON IL MIGLIORE COEFFICIENTE DI EFFICIENZA AERODINAMICA DI SEMPRE (1,37).

    Prosegui
    Ferrari 458 Speciale A - Aerodinamica

    La straordinaria efficienza aerodinamica della 458 Speciale A, la migliore della storia delle spider Ferrari con un coefficiente pari a 1,37, è stata ottenuta grazie ad una serie di soluzioni innovative ed originali, che hanno reso possibile ottenere un eccellente valore di carico (Cz 0,485) mantenendo un coefficiente di resistenza molto basso (Cx 0,355).

    L’impiego di elementi aerodinamici mobili – un nuovo brevetto Ferrari - è fondamentale su questa vettura e consente di avere diverse configurazioni: massima deportanza in curva, minima resistenza all’avanzamento in rettilineo.

    All’anteriore sono presenti due portelle verticali e, sul fondo, un flap orizzontale. A velocità relativamente basse tutti gli elementi sono chiusi, permettendo all’aria di raggiungere i radiatori per il raffreddamento del motore. Oltre i 170 km/h si aprono le portelle, riducendo così il volume d’aria destinato ai radiatori e, contemporaneamente, la resistenza. Sopra i 220 km/h si abbassa il flap, bilanciando il carico aerodinamico con uno spostamento del 20% verso l’asse posteriore.

    Parte dell’incremento del carico verticale, nonché uno spostamento del 4% verso l’anteriore del bilancio aerodinamico, è ottenuto grazie ai deflettori anteriori che sfruttano le porzioni laterali degli splitter e alle pinne aerodinamiche. Il deviatore situato lungo tutto il bordo d’attacco del flusso e lo scalino posto in corrispondenza del fondo piatto riducono la pressione sull’anteriore della vettura.

    Uno spoiler di dimensioni maggiori e dalle forme più pronunciate consente un aumento di 7 punti di Cz del carico sul posteriore. Lo spostamento dei terminali di scarico ha permesso di ridisegnare il diffusore, aumentando così la quantità d’aria estratta e di conseguenza il carico verticale sul fondo. Un ulteriore incremento di carico è raggiunto grazie ai flap posteriori mobili che si alzano o si abbassano in funzione delle necessità (maggior carico, minor resistenza): controllati elettronicamente, possono essere abbattuti fino a 17°, ottenendo così lo stallo del diffusore e la riduzione di 3 punti di Cx.

    Dinamica veicolo

    Ferrari 458 Speciale A - Manubrio

    IL COMPORTAMENTO DINAMICO DELLA 458 SPECIALE A IN TUTTE LE FASI GARANTISCE LE MASSIME EMOZIONI DI GUIDA, PERMETTENDO DI RAGGIUNGERE E MIGLIORARE I PROPRI LIMITI.

    Prosegui

    Elettronica, freni, sospensioni, pneumatici: su tutte le aree sono state introdotte innovazioni tecnologiche capaci di ottenere prestazioni da record. Non soltanto si è ottenuto un abbassamento del tempo di percorrenza sullo stesso percorso ma anche la sua ripetibilità sulla distanza, senza richiedere capacità di guida particolari e trasmettendo sempre intense emozioni di guida. Un tempo di risposta dello sterzo di 0,060 secondi e un’accelerazione laterale di 1,33 g sono i valori più elevati mai ottenuti su una Ferrari stradale di gamma, destinata a soddisfare i clienti sportivi più esigenti.


    CONTROLLO ELETTRONICO DELL’ANGOLO DI ASSETTO (SSC)

    In termini di gestione elettronica le novità principali riguardano l’introduzione per la prima nel mondo dello SSC (Slide Slip angle Control) e il miglioramento della logica di controllo del cambio F1.
    Grazie ad un accurato algoritmo, l’SSC calcola in tempo reale l’assetto e lo confronta con i valori ideali: in questo modo la coppia motore viene ottimizzata e quella del differenziale viene ripartita nella maniera più efficace. Selezionando il manettino in posizione RACE e CT OFF è così possibile sfruttare al massimo l’aderenza disponibile e ripetere con costanza e maggior facilità prestazioni al limite.


    Ferrari 458 Speciale A - Dinamica

    STRATEGIA DI CAMBIATA

    Il cambio a doppia frizione offre un feeling di sportività ancora più accentuato. La riduzione dei tempi di risposta permette, in salita di marcia, un anticipo del 40% dell’accelerazione longitudinale e un guadagno del 20% nell’adeguamento dei giri motore mentre in scalata il transitorio dei giri è ridotto del 44%.

    IMPIANTO FRENANTE

    L’impianto frenante Brembo è stato evoluto in ogni componente, adattando le soluzioni presenti su LaFerrari. Pinze Extreme Design, dischi HT2 ad alta percentuale di silicio e pastiglie anteriori più piccole in materiale ibrido HY: tutte queste novità permettono una riduzione dell’8% dello spazio d’arresto rispetto alla 458 Spider e una maggior ripetitività delle prestazioni massime.


    FREQUENCY-SHAPED SCM-E

    Il piacere di guida e la facilità di raggiungimento del limite vengono esaltate nei cambi di direzione più veloci ed impegnativi grazie ad una risposta ai comandi rapidissima combinata con una ridotta attività dello sterzo. Fondamentale è il contributo degli ammortizzatori SCM-E Frs, dotati di doppio solenoide, nuova centralina e nuovo software per l’aggiornamento del campo magnetico ad ogni millisecondo.

    PNEUMATICI E CERCHI

    Gli pneumatici Michelin Michelin Pilot Sport Cup2 sono specificamente concepiti per questa vettura. Con un incremento del 6% in termini di grip hanno una mescola che permette di migliorare la prestazione sul giro singolo sull'asciutto, la ripetibilità nella sequenza di più giri e l’aderenza sul bagnato. I cerchi da 20 pollici, forgiati con un disegno specifico, sono più leggeri di oltre 12 kg rispetto alla 458 Spider.

    Scheda tecnica

    Motore V8

    Il V8 aspirato Ferrari più potente di sempre

    EFFICIENZA AERODINAMICA

    1,37

    POTENZA SPECIFICA

    135 cv/l

    ACCELERAZIONE LATERALE

    1,33 G

    Tipo V8, 90°
    Alesaggio e Corsa 94 x 81 mm
    Cilindrata totale 4497 cm3
    Rapporto di compressione 14,0:1
    Potenza massima** 445 kW (605 cv) a 9000 giri/min
    Potenza specifica 135 cv/l
    Coppia massima 540 Nm a 6000 giri/min
    Regime massimo 9000 giri/min
    Lunghezza 4571 mm
    Larghezza 1951 mm
    Altezza 1204 mm
    Passo 2650 mm
    Carreggiata ant. 1679 mm
    Carreggiata post. 1632 mm
    Peso a secco* 1340 kg
    Peso in ordine di marcia* 1445 kg
    Distribuzione dei pesi 42% ant - 58% post
    Rapporto peso/potenza 2,21 kg/cv
    Capacità serbatoio 86 l
    Anteriore 245/35 ZR20 J9”
    Posteriore 305/30 ZR20 J11”
    Anteriore 398x223x36 mm
    Posteriore 360x233x32 mm
    ESC Controllo stabilità
    ABS prestazionale/EBD Sistema frenata anti bloccaggio prestazionale/Ripartitore elettronico di frenata
    F1-Trac Controllo di trazione F1
    E-Diff 3 Terza generazione differenziale a controllo elettronico
    SSC Controllo angolo di assetto
    Frs SCM-E Controllo magnetoreologico sospensioni con sistema ad analisi di frequenza e doppio solenoide
    Cambio F1 doppia frizione a 7 marce
    Velocità massima 320 km/h
    0-100 km/h 3,0 sec
    0-200 km/h 9,5 sec
    0-400 m 10,8 sec
    0-1000 m 19,6 sec
    100 – 0 km/h 31 m
    200 – 0 km/h 122 m
    Tempo giro di Fiorano 1’23’’5
    Consumo*** 11,8 l/100 km
    Emissioni CO2*** 275 gr/km
    *Allestimento con contenuti opzionali
    **Inclusi 5 CV da sovralimentazione dinamica
    *** Ciclo combinato ECE+EUDC con sistema HELE

    Concessionari