A Ginevra debutta la F12berlinetta, capostipite della nuova generazione delle vetture V12 Ferrari

Prima mondiale per la California Più potente e più leggera

Una gamma completamente rinnovata che abbatte del 30% emissioni e consumi

Ginevra, 6 marzo – Due importanti novità per la Ferrari all’82° Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra: la F12berlinetta, la capostipite della nuova generazione delle vetture V12 del Cavallino Rampante, e la Ferrari California che oggi, grazie alla costante innovazione di prodotto, si presenta con un motore più potente e un telaio alleggerito, ed è disponibile anche con l’allestimento sportivo Handling Speciale.

Con il debutto mondiale della F12berlinetta si completa la gamma della Ferrari che in soli 4 anni è stata capace di presentare Ferrari diverse per Ferraristi diversi sia nei modelli a 12 che in quelli a 8 cilindri. Nuove vetture capaci di prestazioni sempre più elevate ma soprattutto più efficienti tanto che sono stati abbattuti consumi ed emissioni del 30%. Risultato della continua ricerca a 360 gradi sul sistema veicolo: motore, aerodinamica, pneumatici, impianto frenante, sistemi ancillari…

La F12berlinetta, esposta nei due nuovi colori Rosso Berlinetta e Aluminium, è la Ferrari stradale più potente e prestazionale di sempre. Spinta da un nuovo eccezionale motore V12, è costruita attorno ad una architettura transaxle estremamente evoluta ed equipaggiata con componenti e controlli all’avanguardia. Si contraddistingue per un’aerodinamica estrema e un design che esprime una classicità innovativa.

Il passo è stato ridotto, motore e posto guida sono stati abbassati, e il nuovo layout delle sospensioni e del cambio hanno permesso di contenere le dimensioni del posteriore. E’ dunque più corta, bassa e stretta rispetto alla precedente coupé V12. Vanta una distribuzione ideale del peso con il 54% sul posteriore e un baricentro abbassato e arretrato.

Il telaio spaceframe e la scocca della F12berlinetta sono di nuova concezione, con 12 differenti leghe di alluminio di cui alcune usate per la prima volta nel settore automotive e diverse tecnologie di assemblaggio e giunzione dei componenti. Questo ha permesso di contenere il peso a 1.525 kg e massimizzare l’efficienza prestazionale, con una rigidità torsionale incrementata del 20%.

Il nuovo motore V12 a 65°di 6.262 cm3, ad iniezione diretta a 200 bar, raggiunge prestazioni mai ottenute prima da un 12 cilindri aspirato in termini di potenza e numero di giri. La potenza massima è di 740 CV a 8.250 giri/min, quella specifica di 118 CV/l e il regime massimo di 8.700 giri/min, valori record per questo tipo di propulsori. La sportività è assicurata dalla coppia massima di 690 Nm di cui l’80% disponibile già a 2.500 giri.

Un eccezionale lavoro è stato fatto su consumi ed emissioni ridotti del 30% che proiettano la F12berlinetta ai vertici del settore di riferimento con 15l/100 km e 350 g/km di CO2.

Fondamentale l’apporto da parte dell’aerodinamica, sviluppata in forte integrazione con lo stile, che si contraddistingue per le numerose soluzioni innovative. Tra queste l’Aero Bridge, che per la prima volta sfrutta il cofano motore nella creazione del carico verticale, e l’Active Brake Cooling, ovvero delle portelle di raffreddamento delle prese aria freni che si aprono quando richiesto in funzione delle temperature. La F12berlinetta raggiunge così la più alta efficienza complessiva mai ottenuta su una Ferrari (1,12 valore raddoppiato rispetto alla 599 GTB Fiorano) con un cx di 0,299 e un carico verticale di 123 chili a 200 km/h. Frutto della collaborazione tra Centro Stile Ferrari e Pininfarina, la F12berlinetta è caratterizzata da un design basato sull’equilibrio delle proporzioni. Uno stile originale e innovativo con elementi tipici della tradizione delle 12 cilindri Ferrari. La linea è aggressiva e filante e nonostante la compattezza delle dimensioni esterne offre un livello di comfort e abitabilità altissimo. Il posteriore è caratterizzato da uno specchio di poppa che reinterpreta in chiave moderna e funzionale il tema della coda tronca, integrando armoniosamente le due derive verticali. L’originale tema a "T" racchiude i due fanali circolari full-LED e il retronebbia di chiara ispirazione Formula 1.

Il corredo tecnologico della F12berlinetta è completato dai più recenti sviluppi dell’impianto frenante carboceramico (CCM3), delle “sospensioni magnetoreologiche Evoluzione” (SCM-E), dei sistemi elettronici di dinamica veicolo (E-diff, ESC, F1-Trac, e ABS prestazionale). Controlli integrati in un’unica centralina più rapida e dotata di un nuovo software “model based”.

Con il tempo di 1’23’’ sulla pista di Fiorano, accelerazione 0-100 km/h in 3,1 secondi e da 0 a 200 km/h in 8,5 la F12berlinetta è la vettura stradale più prestazionale nella storia della Ferrari. Oltre alle performance assolute si contraddistingue per l’handling, capace di trasmettere il massimo divertimento anche a basse velocità, caratteristica fino ad oggi soprattutto delle vetture a motore posteriore-centrale, in qualsiasi condizione di marcia, sia in pista che su strada, e con una sorprendente agilità e prontezza di risposta.

Completamente nuovi gli interni, in pelle Frau, che sottolineano l’equilibrio tra la tecnologia avanzata dell’interfaccia uomo-macchina, con tutti i comandi raccolti attorno al pilota, e dettagli raffinati di alta artigianalità, tutti elementi imprescindibili del DNA Ferrari. Gli spazi sono stati ottimizzati per offrire una grande fruibilità anche grazie alla panchetta posteriore collegata direttamente al vano bagagli, quest’ultimo facilmente accessibile dal portellone posteriore. Al centro della plancia spiccano gli innovativi aeratori, tre centrali e due laterali, di chiara ispirazione aeronautica in carbonio e lega d’alluminio. Il passeggero viene coinvolto nell’esperienza di guida grazie al “display emozionale” che può essere posizionato di fronte al suo sedile nella zona tra l’airbag e il cassetto portaoggetti.

L’altra grande novità a Ginevra è la Ferrari California che da oggi dispone di un motore più potente di 30 CV ed è alleggerita di 30 kg. La vettura, sullo stand del Salone in livrea blu Swaters e tetto Grigio Argento Nürburgring con interni sabbia, ha un motore che ora in grado di erogare 490 CV mentre gli interventi effettuati dal Centro di eccellenza Scaglietti sul telaio, applicando le più avanzate conoscenze sulla lavorazione dell’alluminio, hanno consentito il risparmio di peso. Migliorate le prestazioni con l’accelerazione 0-100 km/h scesa a 3,8 secondi. Per un’esperienza di guida ancora più dinamica è inoltre possibile scegliere l’allestimento Handling Speciale che riduce i moti di cassa e rende più rapida la risposta ai comandi. L’allestimento prevede ammortizzatori magnetoreologici gestiti da una centralina di controllo più rapida (-50% nel tempo di risposta), dotata di software brevettato dalla Ferrari. Aumentata inoltre la rigidità delle molle delle sospensioni e utilizzata una nuova scatola sterzo, con un rapporto di demoltiplicazione ridotto del 10%.

Sullo stand anche le due recenti nate del Cavallino: la FF caratterizzata da un profondo Bianco Italia e la 458 Spider in giallo tristrato. Completa la gamma la 458 Italia sportiva con una livrea bicolore Rosso Corsa e Nero Daytona.

Presente inoltre un’area dedicata ai clienti che vogliono rendere ancora più unica la propria Ferrari grazie all’esclusivo programma Tailor Made che propone un’offerta di materiali, colori e finiture legati alla tradizione del marchio, alla storia sportiva della Scuderia e ai trend più innovativi. All’interno dell’area Tailor Made una FF personalizzata con un inedito colore per gli esterni in Grigio Ingrid triplo strato, sedili in tessuto gessato e pelle semianilina Testa di Moro, imperiale in cachemire e vano bagagli in legno Teak.

SCHEDA TECNICA F12berlinetta

Motore

Tipo

V12, 65°

Alesaggio e Corsa

94 x 75,2 mm

Cilindrata totale

6262 cm3

Rapporto di compressione

13,5:1

Potenza massima

545 kW (740 CV) a 8250 giri/min

Potenza specifica

118 CV/l

Coppia massima

690 Nm a 6000 giri/min

Regime massimo (limitatore)

8700 giri/min

 

Dimensioni e peso

Lunghezza

4618 mm

Larghezza

1942 mm

Altezza

1273 mm

Passo

2720 mm

Carreggiata ant.

1665 mm

Carreggiata post.

1618 mm

Peso a secco*

1525 kg

Peso in ordine di marcia*

1630 kg

Distribuzione dei pesi

46% ant, 54% post

Rapporto peso/potenza

2,1 kg/CV

Capacità serbatoio

92 l

 

Pneumatici e cerchi

Anteriori

255/35 ZR 20 9.5j

Posteriori

315/35 ZR 20 11.5j

 

Anteriori (invernali)

255/35 ZR 20 9.5j

Posteriori (invernali)

305/35 ZR 20 11.5j

 

Freni carbo ceramici (CCM3)

Anteriori

398 x 223 x 38 mm

Posteriori

360 x 233 x 32 mm

 

Controlli elettronici

ESC

Controllo stabilità

ABS prestazionale/EBD

Sistema frenata anti bloccaggio prestazionale/Ripartitore elettronico di frenata

F1-Trac

Controllo di trazione F1

E-Diff 3

Terza generazione differenziale a controllo elettronico

SCM-E

Controllo magnetoreologico sospensioni con sistema doppio solenoide

 

Cambio

Cambio F1 doppia frizione a 7 marce

 

 

Prestazioni

Velocità massima

oltre 340 km/h

0-100 km/h

3,1 secondi

0-200 km/h

8,5 secondi

 

Consumi ed Emissioni (ciclo combinato ECE + EUDC)

Consumo**

15l/100 km

Emissioni CO2**

350 gr/km

*Con contenuti di alleggerimento opzionali
**ECE+EUDC con allestimento HELE

Risultati record nel 2011 per la Ferrari

Nel 2011, la Ferrari ha chiuso il bilancio con risultati mai raggiunti: 2,251 miliardi di fatturato (+17,3%), 7.195 vetture vendute (+9,5%), 312,4 milioni di utili (+3,2%), quelli netti sono 209. E’ di 707,5 milioni la posizione finanziaria industriale netta. Il bilancio ha registrato un Ros tra i più alti del settore, 14,1%. Significativi gli investimenti: inclusa Ricerca e Sviluppo, 279 milioni, in linea col 2010.

Dal punto di vista delle vendite c’e’ il nuovo primato in America, 1.958 vetture consegnate, +8%. L’area Greater China, secondo mercato Ferrari, sale del 62% con 777 consegne, 500 in Cina. Ottimi i risultati in Medio Oriente, +22%. Molto bene in Europa la Gran Bretagna, +23%, 574 vetture, e la Germania (+14,6%), 705. Il Retail, 50 negozi nel mondo, aumenta il fatturato del 34%, il Ferrari Store del Parco tematico di Abu Dhabi si conferma al primo posto superando i 12,5 milioni. Per la divisione Licensing, nel 2011 sono stati rinnovati contratti pluriennali con partner internazionali come Puma, e sono stati firmati nuovi accordi con brand del lusso come Hublot (Gruppo LVMH).

Ferrari Tailor Made

Ferrari Tailor-Made è l’esclusivo programma proposto dalla Casa di Maranello per quei clienti che desiderano una definizione a livello sartoriale della propria vettura, così da renderla forte espressione della propria personalità e dei propri gusti.

Il programma Tailor-Made prosegue una tradizione nata a Maranello e sviluppatasi negli Anni ’50 e ’60, un’epoca in cui si personalizzava la propria vettura effettuando scelte in grande libertà in termini di tessuti, pelli, ebanisterie, colori e finiture, che rendevano le vetture realmente uniche e “ritagliate” sui desideri del singolo cliente.

Tailor Made si rivolge a un numero limitato di clienti ognuno dei quali sarà assistito da un team di esperti guidato da un Personal Designer con il compito di garantire l’unicità delle realizzazioni e la coerenza con la tradizione e il brand Ferrari. Una volta definita la vettura il cliente potrà poi seguire tutte le fasi del processo di realizzazione fino al momento della consegna.

Creatività, ricerca e originalità dei materiali, artigianalità delle realizzazioni e cura dei particolari sono i tratti caratterizzanti del programma Tailor-Made, che propone tre collezioni strettamente legate al DNA Ferrari, Scuderia, Classica e Inedita.

Il programma Tailor-Made prevede la visita del cliente presso gli stabilimenti di Maranello, dove è stata realizzata un’apposita area: simile ad un vero laboratorio sartoriale, qui, è possibile scegliere materiali, trattamenti e colori selezionando i campioni e, grazie a uno scanner materico, anche vedere in anteprima la resa sulla vettura finita.