Conclusa sul Circuito di Fiorano la 1° edizione del Ferrari Tribute to Mille Miglia

Maranello, 10 maggio – Sabato 8 maggio, al termine di tre giorni di gara e con oltre 1180 chilometri alle spalle, le 130 vetture di ieri e di oggi iscritte al Ferrari Tribute to Mille Miglia hanno concluso sul tracciato di "casa" a due passi dagli stabilimenti di Maranello la loro avventura agonistica lungo le strade della Mille Miglia, prima della passerella finale in serata in Viale Venezia a Brescia.

Questo vero e proprio evento nell’evento – i 43 diversi modelli di Maranello hanno infatti preceduto la gara di regolarità delle auto storiche – ha sollevato grande entusiasmo nel pubblico che in ogni punto del percorso ha atteso e sostenuto con passione i partecipanti al Tribute. Da Brescia a Roma e ritorno, attraverso i meravigliosi scenari della pianura padana, delle colline marchigiane e delle foreste umbre, degli appennini innevati e delle dolci terre toscane, piloti e navigatori provenienti da tutto il mondo (16 i Paesi rappresentati) sono sempre stati accolti da un clima festoso che ha raggiunto il suo apice sui leggendari tornanti delle Futa e della Raticosa, assiepati da centinaia di spettatori. Spettacolari poi i passaggi nei piccoli centri così come nelle città d’arte: Bologna, Firenze, Siena e naturalmente Roma, sede di una affollatissima passerella a Castel Sant’Angelo nella serata di venerdì.

La vittoria assoluta di questa prima edizione del Ferrari Tribute to Mille Miglia è andata alla 360 Modena (2000) di GiardinaDi Serio che ha preceduto la Ferrari California (2009) di MenegazzoFavero e la Ferrari 512 TR (1992) dell’equipaggio VerghiniFuso .