Doppietta Ferrari all’International Engine of the Year

Spente le luci della cerimonia di premiazione all’International Engine of the Year Award, scorrendo le classifiche viene da domandarsi come si è comportato il propulsore V8 della 458, che aveva trionfato negli ultimi due anni. Ebbene, la risposta è che ci è voluto un motore Ferrari, il V12 da 6,3 litri e 740 CV della F12berlinetta, per scalzare dal trono il fratello 8 cilindri, classificatosi al secondo posto nelle categorie “Best Performance Engine” e “Oltre 4 litri”, battendo un’agguerrita concorrenza. Senza l’arrivo della nuova unità nella gamma del Cavallino Rampante il V8 4,5 litri e 570 CV avrebbe fatto quindi addirittura tris.