X

 

R

EGISTRAZIONE

GUEST

 

 

 

o

 

 
CREA ACCOUNT

 

R

EGISTRAZIONE

CLIENTE

 

 
Possiedi o hai ordinato una vettura Ferrari?
Registrati ed accedi all'area clienti dove troverai tutti i servizi e gli eventi a te dedicati.
REGISTRATI ORA

 

O

WNER

REGISTRATION

 

 
Possiedi o hai ordinato una vettura Ferrari?
Registrati ed accedi all'area clienti dove troverai tutti i servizi e gli eventi a te dedicati.
REGISTRATI ORA
 

Duemila chilometri sulle “classiche” più belle del mondo

Da Parigi a La Rochelle sulle vetture classiche più belle del mondo attraverso l’Esagono, passando per località e circuiti che hanno fatto tanto la storia di Francia come quella dell’automobilismo sportivo: questa l’esperienza vissuta dai protagonisti della ventiduesima edizione del Tour Auto Optic 2000, svoltasi la scorsa settimana dal 23 al 27 aprile scorsi. I più privilegiati? Sicuramente i 32 equipaggi che hanno affrontato questo evento al volante di alcune delle Ferrari più straordinarie degli anni Sessanta e Settanta, come la 275 GTB, la 250 GT Tour de France, la 365 GTB/4 Competizione e la 308 Gruppo IV.

Partita da Parigi all’indomani dello straordinario raduno al Grand Palais dove è stata presentata per la prima volta al pubblico francese LaFerrari, la carovana del Tour Auto si è diretta a Le Mans per poi snodarsi verso Orléans, Magny-Cours, Vichy, Albi e Limoges prima di terminare il suo tracciato al porto di La Rochelle. Oltre centomila appassionati hanno applaudito, lungo gli oltre duemila chilometri di strade percorsi, i partecipanti alla manifestazione, da quest’anno sponsorizzata da Hublot, partner della Scuderia Ferrari. Fra i più felici sicuramente la coppia britannica formata da Andrew Beverley e Mike Humphreys, vincitori con la loro 308 nella categoria Gruppo 1: è vero che si trattava di un evento in cui il piacere stava nella guida ma chi è al volante di una Ferrari sente sempre lo stimolo a primeggiare!

Scopri il sito ufficiale di
Ferrari Magazine

9591