Ferrari California con sistema HELE

Specifiche tecniche sistema HELE

Al Salone dell’Automobile di Parigi 2010 Ferrari presenta il sistema HELE (High Emotion Low Emissions), dedicato alla riduzione dell’impatto ambientale delle proprie vetture, all’ incremento delle prestazioni e soprattutto del divertimento di guida.

Il sistema trova la sua prima applicazione sulla Ferrari California che al suo lancio aveva un livello di emissioni CO2 di 299 gr/km nel ciclo combinato (ECE+EUDC). Grazie alle soluzioni sviluppate, la convertibile del Cavallino Rampante può infatti vantare un drastico abbassamento delle emissioni raggiungendo il valore di 270 gr/km. Il taglio arriva addirittura al 23% quando la vettura viene utilizzata su un percorso urbano tipico dell’utilizzo reale della vettura da parte del cliente.

Gli ingegneri di Maranello stanno affrontando questa sfida attraverso l’ottimizzazione di numerosi contenuti tecnologici già esistenti e l’introduzione di soluzioni innovative per la riduzione di richiesta energetica (efficienza veicolo) e l’incremento di energia generata (efficienza motore).

L’applicazione del sistema HELE prevede, insieme alla tecnologia Stop&Start, l’installazione del controllo intelligente delle ventole motore e delle pompe benzina, il controllo elettronico della cilindrata del compressore del climatizzatore e l’adattamento dei cambi marcia allo stile di guida.

Tutte queste soluzioni consentono di ridurre le emissioni e aumentare la sportività. Infatti, per quanto riguarda il sistema di raffreddamento, l’introduzione del motore brushless e il controllo continuo della velocità di rotazione delle ventole ha permesso ai tecnici della Ferrari di diminuire l’assorbimento di corrente, ridurre il peso del sistema di oltre 2 kg e migliorare la resistenza all’avanzamento della vettura del 5% ad alte velocità.

La portata delle pompe benzina è controllata istante per istante dalla centralina motore per limitare la richiesta di energia dall’alternatore, mentre il controllo intelligente della cilindrata del compressore dell’aria condizionata assicura una riduzione del 35% di coppia assorbita e un più rapido ed efficiente raffreddamento dell’abitacolo.
Il risultato di questi affinamenti è che, in un utilizzo normale, il motore può disporre fino a 25 Nm di coppia in più per una maggiore prontezza di risposta.

Per quanto riguarda la trasmissione, la centralina del cambio distingue, in modalità automatica, lo stile di guida adattando di conseguenza la cambiata. Se infatti viene riconosciuto un’andatura con moderate richieste di coppia e a bassi regimi di rotazione, tipici dei percorsi cittadini, le cambiate sono ottimizzate per ridurre i consumi. Viceversa i passaggi di marcia avvengono in modo più performante quando le richieste del pilota sono quelle tipiche di una guida sportiva. La presenza di una mappa pedale per ciascuna marcia consente di garantire sempre la massima prontezza ai comandi e di dosare con precisione la coppia richiesta.

La California inoltre è la prima vettura nella gamma Ferrari a disporre della tecnologia Stop&Start, con riavvio della vettura in soli 230 millisecondi, caratteristica che garantisce la massima velocità nella ripartenza senza impatto sulla guidabilità. Anche per questo contenuto, l’obiettivo dei tecnici è stato il miglioramento dei consumi abbinato alla sportività, grazie a funzionalità specificamente studiate che permettono al pilota di riavviare il propulsore oltre che rilasciando il pedale del freno, anche attraverso l’utilizzo del pedale acceleratore (per i piloti che frenano con il piede sinistro) o la paletta UP del cambio.

Programma di Personalizzazione Ferrari California

La Ferrari California manifesta la sua anima di vettura GT di elevate prestazioni anche mediante un’ampia offerta di personalizzazioni. Se è vero che ogni vettura del Cavallino Rampante non è mai uguale all’altra ciò è ancora più vero per la Ferrari California per la quale il cliente può scegliere allestimenti che possono valorizzare il lato più sportivo o elegante della propria vettura andando anche ben oltre la semplice scelta da catalogo.

Il programma di personalizzazione della Ferrari California, infatti, offre molte possibilità a partire dalle tradizionali quattro aree di personalizzazione (Racing e Pista, Esterni e Colori, Interni e Materiali, Equipaggiamento e Viaggio) fino alla richiesta di contenuti e specifiche extracatalogo per rendere la propria vettura ancora più personale e unica.

Verniciature con livree a due colori o con tecnologia a tre strati, che esaltano particolarmente la profondità della tinta e le affascinanti forme della Ferrari California, permettono di differenziare in modo molto esclusivo gli esterni di questa vettura. Le possibilità di contraddistinguere cromaticamente la vettura sono infinite: dai 16 colori di base, attraverso 10 colori ripresi dalle Granturismo degli anni ‘50-60, a cui si aggiungono i 12 colori appartenuti alla storia recente della gamma Ferrari, fino alla possibilità del colore su campione non trascurando neppure le differenti colorazioni per le pinze freno.
La personalizzazione esterni non è solo estetica ma anche funzionale mediante l’adozione di cerchi da 19” od i più sportivi 20”, forgiati o elaborati con verniciature o trattamenti di diamantatura, insieme ad elementi di alleggerimento in fibra di carbonio come l’ala anteriore, il diffusore posteriore e la fascia porta targa.

La possibilità di caratterizzazione prosegue con altrettanta libertà negli interni dove è possibile declinare ulteriormente il carattere della vettura mediante la scelta di pelli extra gamma, l’impiego dell’Alcantara® per le sellature o la disponibilità di molti elementi in fibra di carbonio.

In particolare al Salone francese la Ferrari California è caratterizzata dall’utilizzo di nuovi abbinamenti di colore per gli esterni e di nuovi materiali e finiture per gli interni.