Ferrari Cavalcade 2012Partita la Ferrari CavalcadeUn viaggio nella storia FerrariRitorno a MaranelloMontezemolo e Massa salutano la Ferrari CavalcadeIl gran finaleCala il sipario sull’edizione 2012 della Ferrari Cavalcade

Maranello, 26 giugno 2012 – I luoghi che oltre 100 clienti Ferrari provenienti da tutto il mondo esploreranno da giovedì 28 a sabato 30, a bordo dei modelli Ferrari più recenti, sono quelli tra Emilia Romagna e Toscana legati alla nascita della Casa di Maranello e alle epiche corse stradali di un tempo. Mille Miglia e Circuito del Savio, ma anche i tracciati permanenti odierni su cui la Ferrari ha corso e vinto come gli autodromi di Imola e del Mugello, e quello di casa, Fiorano, dove vengono sviluppate tutte le vetture del Cavallino Rampante.

La Ferrari Cavalcade prenderà il via da Bologna, per dirigersi verso l’ autodromo “Dino e Enzo Ferrari” sulle rive del fiume Santerno, dove si disputeranno tre prove di abilità valide per la classifica della gara di regolarità. La prima giornata sarà dedicata alle strade di pianura: oltre a Lugo, patria dei Baracca, dove si celebrerà il Cavallino Rampante, si percorreranno le strade del Delta del Po e si visiterà l’antica Abbazia di Pomposa per ritornare verso la Ferrara degli Estensi attraverso le suggestive strade che tagliano i campi della pianura padana. Il Venerdì sarà dedicato al territorio modenese e ai luoghi della storia Ferrari con passaggio a Maranello e turni di guida sulla pista di Fiorano. La giornata conclusiva vedrà le vetture valicare l’Appenino per fare tappa sul Circuito Internazionale del Mugello prima di arrivare in Piazza della Signoria a Firenze. A chiudere un percorso di circa 600 chilometri saranno i passaggi sulle strade della Mille Miglia, con i leggendari passi della Futa e della Raticosa che riporteranno la Ferrari Cavalcade a Bologna per la sua conclusione.

La lista dei Paesi da cui provengono i partecipanti è la testimonianza della globalità del marchio Ferrari: Stati Uniti, Cina, Libano, Honk Kong, Emirati, Messico, Sud Africa e naturalmente Europa con Francia Germania, Belgio, Regno Unito e Russia, solo per citare alcuni delle nazionalità rappresentate. Un modo, dunque, per far conoscere ancora di più le bellezze paesaggistiche, artistiche e enogastronomiche dell’Italia in tutto il mondo. Ed è su questa filosofia che si baseranno le prossime edizioni della Cavalcade, che oltre a portare i clienti Ferrari nei luoghi celebri della nostra penisola andranno soprattutto a scovare preziosi angoli nascosti del nostro Paese, meritevoli di essere valorizzati agli occhi del mondo.

Il collaudo finale del percorso è stato realizzato in anteprima dal sito Ferrari.com a bordo di una 458 Spider, vettura ideale per percorrere en plein air questo emozionante itinerario grazie a prestazioni di vertice, massimo piacere di guida e al coinvolgente sound del suo motore V8 da 570 CV, vincitore del premio Best Perfoming Engine of the year colonna sonora irrinunciabile per ogni appassionato.

Tutti gli aggiornamenti sulle tappe di Ferrari Cavalcade saranno disponibili sul Ferrari.com con foto e video esclusivi.
Bologna, 28 giugno 2012 – Al volante, ovviamente, della propria Ferrari. Questa è Ferrari Cavalcade, iniziativa voluta dal presidente Luca di Montezemolo in persona, che per la sua prima edizione ha fatto il pieno di consensi: oltre 110, infatti, i clienti provenienti da tutto il mondo che questa mattina alle 9.00 hanno preso il via da Bologna a bordo di altrettante vetture del Cavallino Rampante.

La carovana di Ferrari Cavalcade si è quindi messa in marcia in direzione di Imola, destinazione Autodromo Enzo e Dino Ferrari, con un’apripista d’eccezione in testa al gruppo. Sulla vettura numero 00, infatti, Giancarlo Fisichella, fresco vincitore della 80esima edizione della 24 Ore di Le Mans nella categoria GTE Pro con la 458 Italia. Dopo aver saggiato il piccolo Nurburgring in tre prove di abilità, le oltre 110 vetture del Ferrari Cavalcade si dirigeranno verso il Delta del Po in un percorso, accompagnato da un programma, tutto da scoprire.
Bologna, 28 giugno 2012 – Vedere oltre 110 Ferrari sfilare sulle strade di tutti i giorni è un evento decisamente raro. Oggi la classica eccezione che conferma la regola, sempre che abbiate avuto la fortuna di essere presenti lungo il percorso della Ferrari Cavalcade.

Partite da Bologna, le vetture protagoniste dell’evento organizzato da Ferrari con il chiaro intento di far vivere ai propri clienti le emozioni di luoghi e percorsi simboli nella storia della Casa del Cavallino Rampante, si sono dirette a Imola, dove gli occhi di chi sulle rive del Santerno ci vive hanno brillato ricordando i successi Ferrari conquistati sulla pista di casa.

E’ stata poi la volta di Lugo, patria dei Baracca e del simbolo del Cavallino Rampante, dove la Ferrari Cavalcade è stata accolta con straripante entusiasmo.

Dopo aver attraversato le assolate strade che costeggiano il Delta del Po, chi aveva programmato una gita a Pomposa ha avuto l’inaspettata sorpresa di dover scegliere se visitare l’abbazia o rimanere a osservare le Ferrari appena giunte per una sosta. E prima di ritornare a Bologna, il passaggio a Ferrara all’ombra del Castello Estense.
Maranello, 29 giugno 2012 – La tradizione vuole che Maranello ne sia il luogo di partenza, dei primi chilometri percorsi in assoluto. Oggi, invece, il roadbook della Ferrari Cavalcade, dopo il controllo timbro presso il Museo Enzo Ferrari a Modena, vede nella città emiliana la destinazione delle oltre 110 Ferrari protagoniste dell’evento.

Una sorta di ritorno alle origini per queste vetture del Cavallino Rampante che, nell’intenso programma previsto per la seconda giornata, ritorneranno, tra l’altro, a mordere l’asfalto della pista di Fiorano.
Maranello, 29 giugno – “Grazie di essere qui, di aver partecipato a questa prima edizione della Ferrari Cavalcade, un evento dedicato a tutti voi, che consideriamo non solo semplici collezionisti e clienti, ma veri e propri amici” – ha esordito Montezemolo “Questa è un’opportunità non solo per guidare le proprie vetture su strade speciali e in pista, ma soprattutto per stare insieme. Ho voluto fortemente questa iniziativa, che l’anno prossimo ci porterà in Toscana e nel futuro nel resto d’Italia, come Roma e la Costiera Amalfitana. E’ stato un mese di giugno molto importante per la Ferrari, con il successo nella 24 Ore di Le Mans, la vittoria nel GP d’Europa a Valencia con Fernando Alonso e il titolo di ‘Best Performance Engine’ conquistato per il secondo anno consecutivo dal propulsore V8 aspirato da 4,5 litri che equipaggia la 458 Italia e la 458 Spider.”

Montezemolo ha poi avuto parole di elogio per Felipe Massa, da ieri a Maranello per lavorare al simulatore in vista del Gran Premio di Gran Bretagna: “Sono contento di avere al mio fianco Felipe, pilota da tanti – e non da troppi … – anni con noi: Dopo un inizio di campionato sfortunato, sono sicuro che si riscatterà nella seconda parte della stagione.”

“E’ sempre un piacere incontrare tanti ferraristi, anche perché il nostro lavoro come piloti non si ferma alla Formula 1. Collaboriamo infatti attivamente nello sviluppo delle vetture stradali” – ha invece affermato il pilota brasiliano – “So che domani sarete al Mugello, una pista molto particolare per me dato che è lì che ho mosso i primi passi al volante di una Formula 1. E’ una pista bellissima, con tante curve veloci: sono sicuro che vi divertirete”, ha aggiunto Felipe.

L’incontro si è concluso con la classica ridda di richieste di autografi e fotografie da parte dei protagonisti della Ferrari Cavalcade. Sicuramente un’altra giornata da ricordare in un evento che si concluderà domani sera a Bologna con una cena a Palazzo Albergati.
Scarperia, 30 giugno 2012 – Dopo le emozioni vissute ieri a Maranello, e la splendida serata nel centro di Bologna conclusasi con la cena di gala presso l’Archiginnasio, è iniziata di prima mattina l’ultima giornata dell’edizione 2012 della Ferrari Cavalcade. Le oltre 110 vetture della Casa di Maranello hanno infatti lasciato la città delle due torri inoltrandosi nell’Appennino tosco-emiliano, affrontando un percorso dove saliscendi e curve sembrano quasi giocare a rincorrersi.

Attraversando il passo del Giogo, la carovana è quindi giunta al Circuito del Mugello: forti dei preziosi consigli dispensati ieri da Felipe Massa, i protagonisti della Cavalcade hanno scoperto al volante della propria Ferrari uno dei circuiti più belli nel panorama internazionale. E, adesso, tutti in marcia verso Firenze.
Bologna, 30 giugno 2012 – Un centinaio di Ferrari che si aggirano scortate dalla Polizia per il centro storico di Firenze è una di quelle immagini da far stropicciare gli occhi per l’incredulità. Figurarsi poi se le stesse si dispongono ordinatamente in Piazza della Signoria. Eppure è quanto è successo oggi all’arrivo della Ferrari Cavalcade in quel di Firenze, tra l’ammirazione dei turisti e l’emozione tangibile di chi era alla guida delle Ferrari.

Dopo una meritata pausa condita da una visita a una delle città più belle del mondo, giungeva quindi il momento di rimettersi in marcia verso la destinazione finale di Bologna, su quel percorso che tocca il Passo della Futa e della Raticosa, lì dove negli Anni Cinquanta si decretava il vincitore della Mille Miglia.

Cala così il sipario sulla prima edizione della Ferrari Cavalcade, l’inziativa fortemente voluta del presidente Luca di Montezemolo, che stasera saluterà tutti i partecipanti alla cena di gala a Palazzo Albergati.