Ferrari celebra il 100° compleanno di Paul Pietsch

Stoccarda, 19 giugno 2011 – Si è concluso oggi a Stoccarda la Paul Pietsch Classic, tradizionale gara di regolarità che si svolge ogni anno sugli oltre 400 km di strade tra la Foresta Nera e la Valle del Reno, nel sud della Germania.

L’evento è stato organizzato da Motor Presse, gruppo editoriale che pubblica alcune tra le più autorevoli riviste auto motive tedesche come Auto Motor und Sport e Sport Auto, per celebrare il 100° compleanno del fondatore dell’azienda, Paul Pietsch, il pilota di Formula 1 più anziano ancora in vita e l’ultimo rappresentante della Auto Union.

Tutte le maggiori Case automobilistiche del mondo hanno preso parte alla manifestazione alla quale sono state iscritte 100 importanti vetture storiche. La Ferrari ha portato una 750 Monza del 1954, vettura che ha profondamente impressionato il collaudatore della Scuderia Ferrari, Marc Gené, alla sua prima esperienza in assoluto su una vettura storica. “Dopo aver guidato quest’auto provo ancora più rispetto per i piloti dell’epoca. Bisogna essere molto fisici e di fatto non frena!”, ha commentato il pilota spagnola una volta raggiunta Stoccarda dopo due giorni di gara.

La manifestazione è stata caratterizzata da condizioni meteo avverse che hanno messo a dura non solo i piloti ma anche i passeggeri. A fianco di Gené sulla 750 Monza il responsabile di Ferrari Central ann East Europe, Stefan Mueller che non ha neanche potuto beneficiare del piccolo parabrezza concesso al pilota data la tradizionale configurazione da gara della sport di Maranello. La vettura è di proprietà della Ferrari ed è normalmente esposta nel museo del Cavallino Rampante, curata scrupolosamente dagli uomini del reparto Ferrari Classiche, che si occupa della manutenzione, certificazione e restauro delle Ferrari d’epoca. Insieme alla 750 Monza una seconda Ferrari con certificazione d’autenticità, la 250 GT Boano del 1956 del collezionista Christian Gabka, che ha concluso in seconda posizione la gara di regolarità.