X

 

R

EGISTRAZIONE

GUEST

 

 

 

o

 

 
CREA ACCOUNT

 

R

EGISTRAZIONE

CLIENTE

 

 
Possiedi o hai ordinato una vettura Ferrari?
Registrati ed accedi all'area clienti dove troverai tutti i servizi e gli eventi a te dedicati.
REGISTRATI ORA

 

O

WNER

REGISTRATION

 

 
Possiedi o hai ordinato una vettura Ferrari?
Registrati ed accedi all'area clienti dove troverai tutti i servizi e gli eventi a te dedicati.
REGISTRATI ORA
 

La Ferrari al Goodwood Festival of Speed – Giornata finale

La Ferrari al Goodwood Festival of Speed – Giornata finale

GT & Sport Cars

Goodwood, 30 giugno 2014

Anche per quest’anno il Festival of Speed si è concluso. Gli appassionati e i fan della Ferrari, tuttavia, hanno molti ricordi con i quali intrattenersi nell’attesa che incominci l’edizione del 2015. Tante le meravigliose Ferrari, classiche e moderne, che si sono potute ammirare quest’anno, tanti gli spettatori che si sono innamorati delle vetture del Cavallino. Tra le più ammirate c’è stata la nuova Ferrari California T, al debutto nel Regno Unito proprio come la 458 Speciale. Inoltre, non una ma ben due LaFerrari hanno incantato il competente pubblico britannico che ha potuto anche vedere la F12 TRS, vettura realizzata dalla Divisione Progetti Speciali di Maranello.
La spettacolare Ferrari California T, come detto, ha fatto il proprio debutto in terra britannica proprio al Festival of Speed e sono stati migliaia gli spettatori che hanno affollato il Michelin Supercar Paddock per dare un’occhiata alla prima Ferrari dai tempi della F40 ad essere spinta da un propulsore turbo. Prima volta in Gran Bretagna anche per la 458 Speciale, la nuova supersportiva a motore centrale V8 che ha appena vinto i premi “Best Performance Engine 2014” e “Best Engine” nella categoria oltre i 4 litri dalla rivista Engine Technology International. La 458 Speciale ha anche affrontato una velocissima ascesa della collina di Goodwood condotta da un pilota molto speciale: “Atty” Lennox, la figlia di Lord March, che è rimasta stupefatta dalle capacità della vettura.

Goodwood Festival of Speed 2014

Un altro debutto molto atteso nel Regno Unito era quello de LaFerrari, la nuova supersportiva ibrida di Maranello dotata di un incredibile motore V12 da 6,3 litri capace di 800 cavalli di potenza e di un sistema ibrido unico che offre al guidatore ulteriori 163 cavalli sempre disponibili. LaFerrari è la più recente vettura del Cavallino Rampante prodotta in serie limitata: ne verranno realizzati solo 499 esemplari e tutto ciò la candida ad essere la Ferrari più rappresentativa dell’era moderna. Due LaFerrari erano presenti a Goodwood quest’anno, una di queste era quella, verde, di Jay Kay, leader della band Jamiroquai. I tifosi e gli appassionati della Ferrari sulla mitica salita di Goodwood hanno anche potuto ammirare un esemplare unico, la F12 TRS realizzata dalla Divisione Progetti Speciali di Maranello. Basata sulla F12berlinetta, questo modello è stato sviluppato su richiesta di un cliente trasformandosi in una barchetta scoperta estremamente sportiva.

photogallery-goodwood

L’ispirazione per la realizzazione di questo progetto è arrivata a Flavio Manzoni e agli uomini del Centro Stile Ferrari anche dalla 250 Testa Rossa del 1957 di cui in un certo senso può essere considerata una rivisitazione in chiave moderna. Per questo l’omaggio alla Testa Rossa è stato mantenuto anche nel nome della vettura. La Ferrari è stata rappresentata a Goodwood anche dalla Scuderia Ferrari con Kimi Raikkonen, pilota ufficiale del team di Formula 1, che ha affiancato John Surtees nelle celebrazioni per il cinquantesimo anniversario del suo titolo mondiale nella massima categoria. John e Kimi hanno guidato le vetture con le quali hanno vinto i rispettivi titoli mondiali, il britannico la 158 del 1964, il finlandese la F2007 del 2007, mandando in estasi il pubblico presente. Un grande spettacolo è stato offerto anche dalle dimostrazioni del collaudatore della Scuderia Ferrari, Pedro De La Rosa, che si è calato al volante della F10 del 2010: si è trattato di un modo perfetto per ricordare la grande tradizione della Scuderia italiana nelle competizioni da Gran Premio. Per lo spagnolo c’è stato un vero e proprio bagno di folla, dal quale Pedro si è lasciato travolgere conversando a lungo con gli appassionati e firmando un gran numero di autografi per i tantissimi fan convenuti a Goodwood.

Scopri il sito ufficiale di
Ferrari Magazine

9591