Ferrari raccoglie 601.000 dollari in un’asta per Haiti

La prima Ferrari 458 Italia è stata battuta all’asta a sostegno delle attività per Haiti di Clinton Foundation e CMMB in una serata di gala

Los Angeles, 19 marzo – Ferrari ha raccolto 601.000 dollari a supporto delle attività della William J. Clinton Foundation e del CMMB (Catholic Medical Mission Board) in favore delle popolazioni colpite dal terremoto di Haiti. All’evento di gala, tenutosi ieri sera, Ferrari ha battuto all’asta per 530 mila dollari (390 mila euro) il primo esemplare di Ferrari 458 Italia ad approdare negli Stati Uniti. Piero Ferrari e Amedeo Felisa, rispettivamente Vice Presidente e Amministratore Delegato di Ferrari SpA, insieme a Marco Mattiacci, Amministratore Delegato di Ferrari North America, hanno presenziato all’evento.

Oltre 500 gli ospiti e appassionati Ferrari, tra cui John Mayer, Jeremy Renner, Patrick Dempsey, Aaron Eckhart, Joel McHale, Malin Ackerman, Mollie Simms, Katie Cassidy, che hanno partecipato all’asta della divisa ufficiale di Fernando Alonso (che ha raccolto 31.000 dollari), e di due esperienze come membri della Scuderia Ferrari al Gran Premio del Canada in giugno a Montreal (battute per 20 e 21 mila dollari).

Scegliendo come destinatari del ricavato dell’asta le due organizzazioni che possono fornire i migliori aiuti alle popolazioni di Haiti, Ferrari dedica il suo impegno sociale a una causa molto sentita, in uno scenario ancora particolarmente bisognoso di sostegno. Queste due organizzazioni hanno forti legami con Haiti: il CMMB vi lavora dal 1912, mentre Bill Clinton ha ricevuto direttamente dal Presidente Obama il mandato di coordinare l’impegno americano ad Haiti attraverso il Clinton Bush Haiti Fund.

Durante la serata è stato annunciato che il Dipartimento di Ortopedia e Chirurgia della Mano dell’Università di Modena, che ha un rapporto di lunga data con Ferrari, renderà disponibili le proprie risorse e competenze per aiutare il CMMB ad Haiti. In particolare, l’equipe del Dottor Landi, specializzata in chirurgia della mano e microchirurgia, i cui studi sono stati finanziati da Ferrari, parteciperà all’addestramento della comunità medica di Haiti, in collaborazione con la vasta rete di supporto medico del CMMB ad Haiti.

John Mayer, vincitore di un Grammy Award, si è esibito nel corso della serata. Il regista Michael Bay, grande appassionato e collezionista di vetture Ferrari, è stato insignito di un riconoscimento per la duratura amicizia con l’azienda di Maranello.

L’asta della prima Ferrari 458 Italia nel Nord America è stata condotta da Dan Neil, giornalista automotive del Wall Street Journal e vincitore del Premio Pulitzer.