Framing beauty

Maranello, 19 luglio – “E’ bellissima, le sue linee, l’armonia complessiva delle forme è davvero straordinaria”, sono le prime parole dette dell’artista svedese. Qualche rapido scatto alla sua nuova Ferrari, ma ben presto il volante prende il posto della camera.

Per il fotografo, infatti, il tratto distintivo della vettura non è tanto la sua bellezza, che comunque definisce “impressionante” quanto il piacere di guidarla. Ancora una volta si percepisce un bagliore nei suoi occhi quando, nel garage, sente il suono del motore all’accensione e poi parte sorridendo per provare tutta l’emozione che solo una Ferrari sa dare.