FVA – Piloti per un giorno

Maranello, 17 aprile – La giornata di oggi resterà certamente impressa nella memoria dei cinque fortunati vincitori della competizione Ferrari Virtual Academy, che si sono alternati al volante di una vera Formula Abarth in uno speciale test sul circuito di Fiorano, grazie al supporto di Luca Baldisserri e dei tecnici della Ferrari Driver Academy.

I giovani sono stati selezionati per essersi distinti tra i migliori nel torneo su scala mondiale che ha visto impegnati oltre 20.000 appassionati provenienti da 88 paesi e per aver ottenuto i migliori tempi sui tracciati virtuali di Fiorano, Mugello e Nuerburgring del Ferrari Virtual Academy, il primo simulatore online realizzato dalla Casa di Maranello, in collaborazione con la Scuderia Ferrari Marlboro e lanciato lo scorso settembre sul sito www.ferrarivirtualacademy.com.

L’avventura è iniziata venerdì scorso, quando le porte della Ferrari si sono aperte per i due italiani David Greco e Matteo Vecchioni, per lo spagnolo Jon Tanko, per il tedesco Martin Kronke e il portoghese Joao Nunes che hanno effettuato alcuni test psicoattitudinali per poi passare, nella giornata di sabato, ad un allenamento con il simulatore utilizzato dalla Ferrari Driver Academy nella preparazione dei propri piloti, fino a vivere l’esperienza più entusiasmante che li ha visti oggi calarsi nell’abitacolo di una Formula Abarth e vivere l’emozione di essere dei veri piloti, anche se solo per un giorno.

Tra i protagonisti, Jon Tanko autore del miglior crono della giornata (1.15.078), ha raccontato le sue emozioni al termine della sessione che ha confermato l’ottimo risultato conquistato sulla versione virtuale dello stesso tracciato: “Mi è sembrato quasi di conoscere il circuito perché, dopo averlo provato sul Ferrari Virtual Academy ricordavo a memoria quasi ogni singola curva. Naturalmente vivere questa esperienza è stato qualcosa di indescrivibile, un’emozione unica. Sei solo tu e la macchina, con il cuore che batte a mille, l’odore delle gomme ed il rombo del motore nelle orecchie. E’ stato come vivere un sogno”.

La supervisione di Luca Baldisserri ha permesso ai cinque protagonisti di sfruttare al meglio questa esperienza, davvero unica: “Nelle tre giornate abbiamo offerto ai ragazzi un programma progressivo che ha permesso loro di misurarsi in assoluta sicurezza, al volante di una Formula Abarth. L’esperienza è stata utile anche dal nostro punto di vista, per analizzare l’impatto che i corsi della Ferrari Driver Academy possono avere su ragazzi non professionisti ”.

In veste di testimoni d’eccezione, anche i due piloti della Ferrari Driver Academy, Raffaele Marciello e Brandon Maisano che, avendo entrambi alle spalle un’esperienza nella Formula Abarth, hanno affiancato i cinque vincitori del concorso fornendo loro preziosi consigli su come condurre la vettura.