Il motore V8 della Ferrari conquista il titolo di “Best Performance Engine”

Stuttgart, 13 giugno 2012 – Il V8 aspirato da 4,5 litri progettato e costruito dalla Ferrari si è aggiudicato per il secondo anno consecutivo il titolo di “Best Performance Engine” nell’ambito del prestigioso “International Engine of the Year Awards”, battendo anche diversi nuovi propulsori sovralimentati introdotti sul mercato negli ultimi mesi. Inoltre il motore del Cavallino Rampante, caratterizzato da un angolo di 90° fra le bancate, albero piatto e lubrificazione a carter secco, elementi tipici delle vetture da corsa, è stato insignito del riconoscimento di “Miglior motore sopra i 4 litri”, esattamente come accaduto nel 2011.

La giuria che ogni anno assegna i premi International Engine of the Year è composta da giornalisti specializzati provenienti da 35 Paesi. La valutazione riguarda sia gli aspetti tecnici che le impressioni di guida, con particolare attenzione verso efficienza, elasticità, prestazioni assolute, suono e guidabilità.

I premi sono stati ritirati da Jean-Jacques His, responsabile Motopropulsori della Ferrari, che ha commentato: “Ripetere il risultato dello scorso anno di fronte ad un concorrenza ancora più aggressiva è un grande onore e dimostra come il know-how Ferrari in tema di motori sia ai vertici non solo dal punto di vista tecnologico ma anche del piacere che è in grado di offrire ai clienti”.

La Ferrari 458 Italia continua a suscitare entusiasmo in tutto il mondo, ed ha ormai un palmarès di quasi 40 riconoscimenti internazionali. Lo stesso motore V8 equipaggia la 458 Spider, anch’essa ampiamente acclamata dalla critica e che, a pochi mesi dalla sua presentazione, ha già conquistato 5 prestigiosi trofei.