La FF conquista l’Asia. La nuova 4 posti e 4 ruote motrici della Ferrari presentata al Salone di Shanghai dall’Amministratore Delegato Amedeo Felisa e da Felipe Massa.

Shanghai, 19 aprile – Grande successo sul mercato asiatico per la FF che ha conquistato numerosi clienti anche in estremo oriente. Il debutto ufficiale nell’area Asia-Pacifico è avvenuto oggi al Salone di Shanghai dove è stata presentata dall’Amministratore Delegato Amedeo Felisa e dal pilota della Scuderia Ferrari Marlboro Felipe Massa, che non ha nascosto la sua predilezione per la nuova nata di Maranello: "Mi fa piacere essere qui a Shanghai per la presentazione della FF" – ha dichiarato ai giornalisti – "una vettura che mi piace molto. La combinazione perfetta tra performance e fruibilità. Anche per me che ho un figlio di poco più di 1 anno è la Ferrari per poter viaggiare con la famiglia senza rinunciare al piacere di guida che solo le nostre vetture sanno dare". Il pilota ha inoltre voluto sottolineare il particolare feeling tra la Ferrari e la Cina: "Sono rimasto molto colpito anche dal calore e dalla passione che i cinesi hanno per il marchio Ferrari, così come ho sempre modo di vedere tutte le volte che veniamo qui per correre"

Da parte sua Amedeo Felisa ha ricordato la sempre maggiore importanza che il mercato cinese rappresenta per la Ferrari: "L’anno scorso abbiamo superato tutti i record raggiungendo le 300 vetture." – ha sottolineato Felisa – "Nel 2011 vogliamo continuare a crescere ancora di almeno il 30%, superando la soglia delle 400 vetture vendute. Sono convinto che entro la fine di quest’anno l’area Greater China diventerà il nostro secondo mercato".

Dal 2004 ad oggi per la Casa di Maranello il mercato cinese è stato costantemente in crescita, con eccellenti riscontri su tutta la gamma e in particolare per quanto riguarda le vetture otto cilindri Ferrari California e 458 Italia. Nelle preview i clienti cinesi hanno molto apprezzato le innovazioni tecnologiche della FF ma anche l’ampiezza dei 4 comodi sedili e del bagaglialio che può raggiungere gli 800 litri di capacità.

Con la FF cambia infatti il modo di interpretare il tema di Gran Turismo sportiva. E’ la prima Ferrari a quattro ruote motrici ma è soprattutto un modello che si stacca profondamente dal passato riuscendo a conciliare prestazioni estreme con la fruibilità di una vera GT con un design fortemente innovativo.

Le innovazioni riguardano ogni singolo aspetto della vettura a iniziare dal motore, primo V12 a iniezione diretta, accoppiato al cambio F1 doppia frizione a sette marce. La potenza erogata è di 660 cavalli a 8000 giri/min con una coppia massima di 683 Nm a 6000 giri/min di cui 500 Nm già disponibili a 1000 giri. Le prestazioni sono da sportiva estrema con l’accelerazione 0-100 Km/h in 3,7 sec e la velocità massima di 335 km/h. Eccellenti i risultati anche in termini di efficienza, con interventi che complessivamente riducono i consumi a soli 15,4 litri per 100 km e l’emissione di CO2 a 360 gr/km, il 25% in meno dei precedenti V12 anche grazie al sistema HELE (High emotions-low emissions) che prevede tra le altre la tecnologia Stop&Start.

Prestazioni eccezionali che la FF garantisce anche su terreni con coefficienti di aderenza molto bassi grazie al sistema 4RM (4 ruote motrici) brevettato da Ferrari. La coppia viene fornita sempre alle ruote posteriori e, grazie alla PTU (Power Transfer Unit), parte di essa viene trasferita all’asse anteriore nella quantità e limitatamente al tempo necessari ad affrontare superfici a basso grip. La FF gestisce la coppia istante per istante e in percentuale variabile su ogni singola ruota grazie all’integrazione in un’unica centralina di tutti i controlli dinamica veicolo installati a bordo: differenziale elettronico E-Diff, controllo di trazione F1-Trac e appunto la PTU.