LaFerrari: qualcosa di incredibile

LaFerrari: qualcosa di incredibile

GT & Sport Cars

Intervista con il grande collezionista svizzero Albert Obrist 

Maranello, 18 dicembre  2014

Nei giorni scorsi il grande collezionista Ferrari Albert Obrist è stato a Maranello per ritirare la sua nuova LaFerrari grigio ferro met. Svizzero, appassionato della Ferrari sin dagli anni Cinquanta (la prima che ha posseduto, nel 1962,è stata una 250 GT 2+2, una quattro posti “antenata” della FF) nel tempo ha riunito una delle più importanti collezioni di vetture del Cavallino Rampante al mondo: tra i suoi esemplari c’erano per esempio la 250 TR59 vincitrice della 12 ore di Sebring nel 1959, la 375 MM prima alla 24 Ore di Spa nel 1953 e la trionfatrice dell’ultima “vera” Mille Miglia, la 315 S guidata da Piero Taruffi nel 1957.
In questo video Albert Obrist racconta del suo amore per la Ferrari, dell’importanza del restauro  (e non solo di auto, ma anche di case, aerei, barche…) e naturalmente del suo nuovo gioiello, LaFerrari, che ha voluto provare subito e che ha definito “non una vettura, ma qualcosa di completamente nuovo, incredibile, fantastico”.