Montezemolo al Mugello: “Un autodromo fantastico, il più bello d’Italia”

Mugello, 2 luglio – Ospite d’eccezione al Gran Premio d’Italia di motociclismo, in corso di svolgimento all’Autodromo del Mugello. Il Presidente della Ferrari Luca di Montezemolo ha visitato questa mattina l’impianto toscano, di proprietà della casa di Maranello per vedere di persona la nuova tribuna centrale, inaugurata proprio in occasione del massimo evento motociclistico della stagione.

“E’ un autodromo fantastico, di gran lunga il più bello d’Italia, sia dal punto di vista ambientale che strutturale” – ha detto Montezemolo dopo essere stato sulla tribuna insieme all’Amministratore Unico di Mugello Circuit Paolo Poli – “E’ una pista impegnativa e divertente, sia per chi guida che per chi guarda e ora c’è anche questa nuova struttura per il pubblico davvero eccezionale perché consente di vedere diversi punti del tracciato. Voglio fare i complimenti a chi ha realizzato queste migliorie ad un impianto che era già avvantaggiato da uno scenario bellissimo, così immerso nel verde. A proposito di colori, sono bellissimi i nuovi cordoli che riprendono la bandiera italiana.”

Durante la sua permanenza al Mugello, il numero uno di Maranello ha incontrato il CEO della Dorna Carmelo Ezpeleta e ha visitato il box del Ducati Marlboro Team dove ha potuto salutare Valentino Rossi, che aveva appena terminato il debriefing successivo all’ultima sessione di prove libere della mattina.

Prima di lasciare il circuito, Montezemolo ha incontrato alcuni giornalisti e non ha potuto evitare di parlare di Formula 1. “E’ un anno di passione: quest’inverno non mi sarei mai aspettato di avere un inizio così difficile” – ha detto il Presidente – “Ci sono dei motivi che hanno determinato questa situazione, come i problemi avuti con la galleria del vento. Situazioni come quella che abbiamo vissuto quest’anno possono servire per dare una sterzata in termini di metodo di lavoro, di spirito e anche organizzativi ed è quello che ho chiesto alla squadra. Ora stiamo lavorando tantissimo per recuperare e per cercare di vincere delle gare: penso che potevamo farcela sia a Monte Carlo che in Canada. E’ un anno che va tutto bene agli altri, meno a noi. In Formula 1 capitano annate così, dove fila ogni cosa per il verso giusto: ce lo ricordiamo bene, pensando ad un passato non poi così lontano. Noi dobbiamo stringere i tempi e guardare avanti: ho grande fiducia nel nostro gruppo e nella maniera in cui sta reagendo, anche attraverso un diverso approccio, più aggressivo, che deve essere messo anche nel progetto della vettura del prossimo anno.”

Alla domanda se considerasse il Mondiale ormai chiuso per Alonso, Montezemolo ha così risposto: “Se fossi un pazzo direi di no ma noi non molliamo mai e la Ferrari lo ha sempre dimostrato. Prima di dire che il titolo è definitivamente andato voglio ancora aspettare qualche gara. Certamente è molto, molto difficile: faremo del nostro meglio e i conti li faremo alla fine.”

Al Presidente è stato chiesto anche un giudizio sui due piloti della Scuderia Ferrari Marlboro: “Alonso è un grande pilota e sono molto contento di aver firmato con lui un contratto così a lungo termine per avere una collaborazione profonda come l’abbiamo avuta con Michael Schumacher a suo tempo: il fatto che staremo insieme almeno fino al 2016 è una conferma che entrambe le parti sono contente di questo rapporto. Sono anche molto soddisfatto di Felipe che quest’anno sta reagendo molto bene e che rappresenta un punto di riferimento per tutta la squadra. Siamo contenti dei nostri piloti: dobbiamo migliorare la macchina per tornare là dove vogliamo che la Ferrari sia.”

L’ultima domanda ha riguardato il destino di un’annata tutta in salita che accomuna due campionissimi come Alonso e Rossi. Richiesto se considerasse più vicina una vittoria del ferrarista o del ducatista, Montezemolo ha così risposto: “Con tutto l’affetto che ho per Vale, spero proprio che tocchi prima a Fernando!”