X

 

R

EGISTRAZIONE

GUEST

 

 

 

o

 

 
CREA ACCOUNT

 

R

EGISTRAZIONE

CLIENTE

 

 
Possiedi o hai ordinato una vettura Ferrari?
Registrati ed accedi all'area clienti dove troverai tutti i servizi e gli eventi a te dedicati.
REGISTRATI ORA

 

O

WNER

REGISTRATION

 

 
Possiedi o hai ordinato una vettura Ferrari?
Registrati ed accedi all'area clienti dove troverai tutti i servizi e gli eventi a te dedicati.
REGISTRATI ORA
 

Montezemolo saluta la Ferrari Cavalcade

Oltre trecento chilometri di strade attraverso alcuni fra gli angoli più belli della Toscana hanno fatto da palcoscenico ai protagonisti della seconda edizione della Ferrari Cavalcade. La novantina di clienti collezionisti che partecipano all’evento, alcuni al volante di straordinarie vetture come la Enzo e la SA Aperta, è partita da Firenze in direzione Volterra. La gran folla che attendeva la carovana nell’antica città etrusca ha avuto la sorpresa di veder arrivare come apripista una FF bianca, quella del Presidente della Ferrari Luca di Montezemolo, salutato dall’entusiasmo dei partecipanti e del pubblico presente. Il gruppo si è poi trasferito a Bolgheri e da lì alla Tenuta dell’Ornellaia, dove è stato accolto dai Marchesi Frescobaldi.

Sulla via del ritorno verso Firenze un’altra sosta, stavolta presso uno dei tanti patrimoni dell’UNESCO ospitati in Italia, San Gimignano, definita anche la Manhattan del Medioevo per le settantadue fra torri e case-torri che caratterizzavano la sua skyline all’epoca dei Comuni. Oggi ne restano in piedi solamente sedici, sufficienti però a rendere straordinariamente affascinante questo borgo toscano.

“I nostri migliori clienti e i collezionisti più fedeli, tutti insieme per condividere la passione per il Cavallino Rampante le loro Ferrari attraverso i più bei paesaggi dell’Italia ed entrando in luoghi unici, aperti solo per loro: è questa la Cavalcade” – così Montezemolo descrive la filosofia della manifestazione. Ne è una conferma anche la sede della cena di questa sera: il Chiostro Grande del Convento di Santa Maria Novella, costruito fra il 1340 e il 1360 e famoso per i suoi affreschi. Oggi il Chiostro, il più grande di Firenze, è sede della Scuola allievi marescialli e brigadieri dei Carabinieri ed è quindi chiuso di norma al pubblico: per la Ferrari è stata fatta un’eccezione!

Scopri il sito ufficiale di
Ferrari Magazine

9591