Primo argento per l’Italia

Maranello (Modena), 16 febbraio 2010 – Dopo i bronzi di Armin Zoeggeler nello slittino e di Alessandro Pittin nella combinata nordica, la delegazione azzurra ai Giochi Olimpici di Vancouver ha conquistato ieri la terza medaglia ad opera di Pietro Piller Cotter nella 15 km di fondo a tecnica libera. Il trentacinquenne bellunese, al quarto successo olimpico dopo l’argento nella staffetta a Salt Lake City 2002, l’oro e il bronzo nella staffetta e nell’inseguimento a Torino 2006, ha ottenuto il suo miglior risultato individuale, tagliando il traguardo dietro solo all’atleta svizzero Dario Cologna e davanti al ceco Lukas Bauer. Grande soddisfazione per la Ferrari, il cui impegno nel progetto di collaborazione con il CONI a favore delle discipline olimpiche ha interessato nello slittino lo studio delle posizioni degli atleti e l’evoluzione dei materiali di slitta e carena, nella combinata nordica – sci di fondo e salto con gli sci – l’ottimizzazione aerodinamica della posizione dell’atleta in volo e per tutte le discipline alpine l’ottimizzazione aerodinamica dei tessuti per le tute. Dopo la delusione nella discesa libera sulla neve molle di Whistler, che ha visto trionfare lo svizzero Didier Defago sul norvegese Aksel Lund Svindal e sull’americano Bode Miller, adesso l’Italia si prepara agli appuntamenti con lo slittino doppio e lo short track, in programma domani a partire dalle 17 (18 febbraio alle 2 ora italiana).