Scomparso il re dei piloti gentlemen

Maranello 16 Luglio – Figlio di un grande imprenditore, Marzotto era l’emblema del pilota elegante e ben vestito, diventato famoso nel 1950 per aver partecipato e vinto la Mille Miglia a bordo di una Ferrari 195 S in doppiopetto e cravatta. Vinse la Mille Miglia una seconda volta nel 1953 con una 340 MM spider carrozzata da Vignale, con cui stabilì il record per la velocità media (più di 142 km/h) da quando la storica corsa fu inaugurata, nel 1927 e, sempre nel 1953, arrivò quinto assoluto alla 24 Ore di Le Mans su di una 340 MM berlinetta.

Nel suo libro ‘Piloti, che gente’, Enzo Ferrari scriveva di Giannino: “E’ stato un pilota velocissimo; un giovane alla Varzi per la freddezza del calcolo e del ragionamento, e il cipiglio e la grinta… Giannino sarebbe stato un ottimo pilota professionista e forse addirittura un campione.”