X

 

R

EGISTRAZIONE

GUEST

 

 

 

o

 

 
CREA ACCOUNT

 

R

EGISTRAZIONE

CLIENTE

 

 
Possiedi o hai ordinato una vettura Ferrari?
Registrati ed accedi all'area clienti dove troverai tutti i servizi e gli eventi a te dedicati.
REGISTRATI ORA

 

O

WNER

REGISTRATION

 

 
Possiedi o hai ordinato una vettura Ferrari?
Registrati ed accedi all'area clienti dove troverai tutti i servizi e gli eventi a te dedicati.
REGISTRATI ORA
 

Una vettura Speciale: di nome e di fatto

Il giudizio più sintetico è senza dubbio quello di Autoweek: “458 Speciale e il nome non è una bugia”. E ancora, “Un altro capolavoro italiano” (Car & Driver), “Regala un pieno d’adrenalina” (La Gazzetta dello Sport), “Porta una vettura già estrema ad un livello ancora più alto” (Evo). Sono alcuni fra i commenti pubblicati dalle testate che hanno partecipato alle prove stampa della 458 Speciale, iniziati nelle scorse settimane a Maranello. I giornalisti arrivati da tutto il mondo hanno avuto la possibilità di saggiare le doti dell’ultima creatura del Cavallino Rampante sull’asfalto dov’è nata e cresciuta nelle sapienti mani dei collaudatori Dario Benuzzi e Raffaele De Simone che l’hanno sgrezzata sotto l’occhio vigile di tutti i tecnici che hanno lavorato al progetto: la Pista di Fiorano e le strade che s’inerpicano sugli Appennini Emiliani. Un duplice teatro ideale per esaltare le caratteristiche di sportività estrema della vettura e, contemporaneamente, per provare delle emozioni di guida straordinarie anche su percorsi stradali sinuosi, caratterizzati da stretti tornanti e da curve veloci con variazioni di pendenza dove la facilità di controllo della 458 Speciale viene enfatizzata al massimo.

Fra le caratteristiche tecniche particolarmente apprezzate dai giornalisti figura il controllo elettronico dell’angolo di assetto (SSC), come sottolinea Road & Track: “Il nuovo SSC, nei fatti un superintelligente software per il controllo della trazione, è progettato per aiutare i piloti normali a fare cose straordinarie con la loro 458 in completa sicurezza ed è disponibile in modalità Race e CT-off. I numerosissimi sensori che forniscono le informazioni sono gli stessi di prima ma ora la centralina elettronica confronta l’attuale angolo di assetto con quello che ritiene compatibile per quella data curva in base ai dati raccolti e poi modifica la quantità di bloccaggio del differenziale per adattarsi. Ciò significa avere meno intervento dell’ESP e la possibilità di mettere a segno qualche derapata stile Fangio sulle quattro ruote in curve veloci da quarta marcia anche per chi non è un pilota di Formula 1”.

Anche l’aerodinamica attiva della 458 Speciale ha attirato l’attenzione di chi l’ha potuta guidare, come l’inviato di Top Gear: “Sulla coda lo spoiler è stato ridisegnato, alzato e spostato all’indietro e lavora insieme al grande diffusore – un tunnel triplo che ha richiesto anche delle modifiche agli scarichi. La presenza del diffusore provoca anche la resistenza all’avanzamento quindi, a 140 miglia all’ora, tre flap motorizzati si aprono all’interno dei canali del tunnel, facendo stallare il diffusore e diminuendo il drag. Basta girare il volante – e avere quindi bisogno del carico – che i flap si richiudono. Sempre alla velocità di 140 miglia orarie, un deflettore passivo sul muso si apre per ribilanciare la vettura fra l’anteriore e il posteriore. Oh e ci sono anche deflettori e pinne sulle aperture davanti alle ruote che migliorano ulteriormente il carico aerodinamico, anche se di pochi chili. Queste, così come le strisce della livrea, probabilmente aggiungono soprattutto velocità psicologica…”

Se volete vedere la macchina in azione potete guardare il video del giro di pista a Fiorano con le spiegazioni di Raffaele De Simone a Fiorano e farci avere i vostri commenti attraverso la nostra pagina ufficiale su Facebook (www.facebook.com/Ferrari).

Scopri il sito ufficiale di
Ferrari Magazine

9591