Prova Stile California T

Guarda i video

IL PROFILO

Il parafango anteriore è ispirato a quella della famosa 250 Testa Rossa. Il lungo passaruota si protende con linee sinuose verso quello posteriore, che invece è più corto e muscolare. Tutto questo contribuisce a dare slancio e dinamismo, regalando alla vettura un’eleganza scultorea non eccessivamente aggressiva.

IL PROFILO

IL PARAFANGO ANTERIORE È ISPIRATO A QUELLA DELLA FAMOSA 250 TESTA ROSSA. IL LUNGO PASSARUOTA SI PROTENDE CON LINEE SINUOSE VERSO QUELLO POSTERIORE, CHE INVECE È PIÙ CORTO E MUSCOLARE. TUTTO QUESTO CONTRIBUISCE A DARE SLANCIO E DINAMISMO, REGALANDO ALLA VETTURA UN’ELEGANZA SCULTOREA NON ECCESSIVAMENTE AGGRESSIVA.

 

IL PROFILO

Il parafango anteriore è ispirato a quella della famosa 250 Testa Rossa. Il lungo passaruota si protende con linee sinuose verso quello posteriore, che invece è più corto e muscolare. Tutto questo contribuisce a dare slancio e dinamismo, regalando alla vettura un’eleganza scultorea non eccessivamente aggressiva.

 

PROIETTORI

Decisamente innovativi sono i proiettori anteriori, che passano dalla storica forma ovoidale a quella a dardo. Si tratta di proiettori multifunzionali, nei quali lo stesso canale LED si illumina di colori diversi a seconda della funzione attivata.  A bordo baule, alle estremità dello spoiler, si trovano i caratteristici fanali tondi Ferrari. Anche qui, il disegno a elica è una citazione della tradizione del Cavallino Rampante: si tratta infatti di un motivo presente negli scarichi di alcuni modelli del passato, come la 250 GTO (TBC).

 

LA "BOCCA"

La calandra, allargata e inconfondibile, è tipica della GT Ferrari: senza minimamente perdere in eleganza riesce a esprimere sportività e potenza. Accanto alla “bocca”, sono evidenti due prese d’aria che oltre a regalare un elemento armonico di design hanno una funzione importante: accolgono gli intercooler  necessari a raffreddare il nuovo motore v8 turbo.

 

IL POSTERIORE

Nella parte posteriore sono esaltate le linee orizzontali, in modo da esprimere sportività. Dagli sfoghi laterali, al diffusore con tre derive fino a i codini di scarico, tutto si delinea orizzontalmente. In questo modo l’altezza da terra viene minimizzata enfatizzando in questa zona della vettura la muscolarità e la potenza.